Vai al contenuto

Emergenza COVID-19 - Tavoli tecnici con gli Operatori

 

A causa delle eccezionali circostanze determinate dall'emergenza epidemiologica da COVID-19, l'Autorità ha deciso il differimento al 15 giugno 2020 dei termini per il pagamento del Contributo per le le imprese aventi fatturato pari o inferiore a € 50.000.000,00.

Per maggiori informazioni vai alle pagine Contributo settori comunicazioni elettroniche e servizi media , settore servizi postali e settore dei diritti sporitivi

L'Autorità, nella riunione di Consiglio del 18 marzo 2020, ha deciso di intraprendere una serie di iniziative volte a dare concreta attuazione alle previsioni contenute del Decreto cd. "Cura Italia" (decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18). L'Agcom, da sempre punto di riferimento per gli operatori dei mercati regolati, ha ritenuto opportuno a tal fine avviare dei tavoli permanenti di consultazione e di confronto continuo con gli Operatori, caratterizzati dalla collaborazione tra gli stessi, nonché dalla condivisione delle proposte di espansione della capacità di banda, gestione del traffico, promozione degli investimenti, accordi tra imprese, anche in deroga temporanea alla regolamentazione vigente, e di ogni altra iniziativa idonea alla gestione delle urgenze derivanti dall'attuale emergenza sulle reti e i servizi di comunicazioni elettroniche, nel rispetto della tutela dei consumatori, assicurando il coordinamento con i Corecom che, per promuovere iniziative a tutela dell'utenza, raccogliere e trasmettere istanze in materia di tutela dei consumatori potranno continuare a fare riferimento alla mail corecom@agcom.it indicando nell'oggetto "Tavoli tecnici – Emergenza Covid-19".

Sono stati, pertanto, individuati i seguenti tavoli: 

I Tavoli affronteranno i temi di maggiore impatto in questo momento di crisi, fra i quali: il potenziamento e la sicurezza di reti e servizi di telecomunicazioni; la protezione e facilitazione all'uso di servizi digitali da parte dei consumatori; la riorganizzazione e esercizio degli uffici e servizi postali e di consegna dei pacchi; il ruolo dei servizi media audiovisivi, con particolare riferimento alla correttezza delle informazioni concernenti l'epidemia e l'emergenza sanitaria; il possibile uso dei Big data e della promozione di meccanismi di autoregolamentazione da parte delle piattaforme on-line.

Funzionamento dei tavoli

Ciascun tavolo ha un indirizzo e-mail dedicato che sarà utilizzato dagli operatori e dai soggetti titolati per manifestare il proprio interesse alla partecipazione ai lavori del tavolo, nonché per la trasmissione di documenti, proposte o segnalazioni relative alle tematiche trattate.

I referenti dei tavoli individuano, anche su proposta delle parti che intervengono, i contenuti da mettere a disposizione di tutti i partecipanti ai fini della discussione, nonché elaborano eventuali proposte o documenti di sintesi.

In ogni caso, il responsabile del tavolo determina l'agenda dei lavori e delle tematiche da trattare e fissa i termini per l'invio e la ricezione di proposte da parte degli interessati, anche al fine di sottoporre al Consiglio eventuali iniziative.

 

A causa delle eccezionali circostanze determinate dall'emergenza epidemiologica da COVID-19, l'Autorità ha deciso il differimento al 15 giugno 2020 dei termini per il pagamento del Contributo per le le imprese aventi fatturato pari o inferiore a € 50.000.000,00.

Per maggiori informazioni vai alle pagine Contributo settori comunicazioni elettroniche e servizi media , settore servizi postali e settore dei diritti sporitivi

L'Autorità, nella riunione di Consiglio del 18 marzo 2020, ha deciso di intraprendere una serie di iniziative volte a dare concreta attuazione alle previsioni contenute del Decreto cd. "Cura Italia" (decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18). L'Agcom, da sempre punto di riferimento per gli operatori dei mercati regolati, ha ritenuto opportuno a tal fine avviare dei tavoli permanenti di consultazione e di confronto continuo con gli Operatori, caratterizzati dalla collaborazione tra gli stessi, nonché dalla condivisione delle proposte di espansione della capacità di banda, gestione del traffico, promozione degli investimenti, accordi tra imprese, anche in deroga temporanea alla regolamentazione vigente, e di ogni altra iniziativa idonea alla gestione delle urgenze derivanti dall'attuale emergenza sulle reti e i servizi di comunicazioni elettroniche, nel rispetto della tutela dei consumatori, assicurando il coordinamento con i Corecom che, per promuovere iniziative a tutela dell'utenza, raccogliere e trasmettere istanze in materia di tutela dei consumatori potranno continuare a fare riferimento alla mail corecom@agcom.it indicando nell'oggetto "Tavoli tecnici – Emergenza Covid-19".

Sono stati, pertanto, individuati i seguenti tavoli: 

I Tavoli affronteranno i temi di maggiore impatto in questo momento di crisi, fra i quali: il potenziamento e la sicurezza di reti e servizi di telecomunicazioni; la protezione e facilitazione all'uso di servizi digitali da parte dei consumatori; la riorganizzazione e esercizio degli uffici e servizi postali e di consegna dei pacchi; il ruolo dei servizi media audiovisivi, con particolare riferimento alla correttezza delle informazioni concernenti l'epidemia e l'emergenza sanitaria; il possibile uso dei Big data e della promozione di meccanismi di autoregolamentazione da parte delle piattaforme on-line.

Funzionamento dei tavoli

Ciascun tavolo ha un indirizzo e-mail dedicato che sarà utilizzato dagli operatori e dai soggetti titolati per manifestare il proprio interesse alla partecipazione ai lavori del tavolo, nonché per la trasmissione di documenti, proposte o segnalazioni relative alle tematiche trattate.

I referenti dei tavoli individuano, anche su proposta delle parti che intervengono, i contenuti da mettere a disposizione di tutti i partecipanti ai fini della discussione, nonché elaborano eventuali proposte o documenti di sintesi.

In ogni caso, il responsabile del tavolo determina l'agenda dei lavori e delle tematiche da trattare e fissa i termini per l'invio e la ricezione di proposte da parte degli interessati, anche al fine di sottoporre al Consiglio eventuali iniziative.