Vai al contenuto

ricerca avanzata

Mappatura delle reti di accesso ad Internet

  • immagine

    BroadbandMap di Agcom è distribuito in CC by 4.0 Int.

  • immagine

    BroadbandMap di Agcom è distribuito in CC by 4.0 Int.

  • immagine

    BroadbandMap di Agcom è distribuito in CC by 4.0 Int.

  • immagine

    BroadbandMap di Agcom è distribuito in CC by 4.0 Int.

  • immagine

    BroadbandMap di Agcom è distribuito in CC by 4.0 Int.

  • immagine

    BroadbandMap di Agcom è distribuito in CC by 4.0 Int.

 

 

 

Il decreto salva Italia, Legge n. 9 del 2014, ha dato all'Autorità il compito di costituire una banca dati di tutte le reti di accesso ad Internet esistenti sul territorio nazionale quale strumento utile a elaborare soluzioni innovative volte a colmare il divario digitale in relazione alla larga banda e ultralarga.

Per costituire la banca dati, l'Autorità ha avviato un progetto pilota con i principali operatori, mediante il quale sono stati definiti e collaudati i formati di scambio, le metriche di misurazione, le modalità di acquisizione, il conferimento e l'aggiornamento delle informazioni e le relative tecniche per la gestione dei flussi informativi in ingresso e uscita delibera n. 7/16/CONS. Le specifiche tecniche, valide per l'intero mercato, sono state pubblicate a dicembre 2016 (Determina Direttoriale n. 1).

Il portale fornisce dati elaborati statisticamente sulle coperture delle reti in rame, fibra ottica, in tecnologia wireless, sulle reti cellulari 2G, 3G e 4G, sulla velocità delle reti in rame e fibra ottica e sul numero di abbonamenti ad Internet nazionali, regionali e provinciali.

La banca dati offre dunque la possibilità di analizzare lo stato di sviluppo dell'offerta di accesso ad Internet al singolo indirizzo, nonchè la possibilità di fare valutazioni comparative sulle diverse tecnologie e velocità.

Le informazioni, utilizzabili in maniera semplice e intuitiva, possono essere utilizzare dai singoli utenti curiosi di sapere a casa propria quale infrastruttura di accesso ad Internet arriva; dagli operatori per definire i propri piani di investimento; dal Governo e dalle Istituzioni ed Enti locali per identificare eventuali misure per colmare il divario digitale.

Il portale, realizzato utilizzando tecnologie GIS, può essere consultato da PC o da smartphone. I dati sono forniti in formato open, quindi liberamente scaricabili e utilizzabili nel rispetto della licenza Creative Commons.

Per l'uso delle mappe si fa riferimento alla pagina Termini e condizioni.

Maggiori informazioni riguardanti le elaborazioni ed il sistema possono essere reperite nell'allegato tecnico.

Si fa presente che la qualità della navigazione del singolo utente dipenderà da:

  • condizioni del canale radio (rapporto segnale/rumore),
  • condizioni delle linee fisiche che connettono l'utente,
  • condivisione contemporanea delle risorse da una pluralità di utenti.

 

TERMINI E CONDIZIONI   -   ALLEGATO TECNICO METODOLOGICO

 

 

Licenza Creative Commons
BroadbandMap di Agcom - Autorità per le garanzie nelle comunicazioni è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione 4.0 Internazionale.

 

 

 

Il decreto salva Italia, Legge n. 9 del 2014, ha dato all'Autorità il compito di costituire una banca dati di tutte le reti di accesso ad Internet esistenti sul territorio nazionale quale strumento utile a elaborare soluzioni innovative volte a colmare il divario digitale in relazione alla larga banda e ultralarga.

Per costituire la banca dati, l'Autorità ha avviato un progetto pilota con i principali operatori, mediante il quale sono stati definiti e collaudati i formati di scambio, le metriche di misurazione, le modalità di acquisizione, il conferimento e l'aggiornamento delle informazioni e le relative tecniche per la gestione dei flussi informativi in ingresso e uscita delibera n. 7/16/CONS. Le specifiche tecniche, valide per l'intero mercato, sono state pubblicate a dicembre 2016 (Determina Direttoriale n. 1).

Il portale fornisce dati elaborati statisticamente sulle coperture delle reti in rame, fibra ottica, in tecnologia wireless, sulle reti cellulari 2G, 3G e 4G, sulla velocità delle reti in rame e fibra ottica e sul numero di abbonamenti ad Internet nazionali, regionali e provinciali.

La banca dati offre dunque la possibilità di analizzare lo stato di sviluppo dell'offerta di accesso ad Internet al singolo indirizzo, nonchè la possibilità di fare valutazioni comparative sulle diverse tecnologie e velocità.

Le informazioni, utilizzabili in maniera semplice e intuitiva, possono essere utilizzare dai singoli utenti curiosi di sapere a casa propria quale infrastruttura di accesso ad Internet arriva; dagli operatori per definire i propri piani di investimento; dal Governo e dalle Istituzioni ed Enti locali per identificare eventuali misure per colmare il divario digitale.

Il portale, realizzato utilizzando tecnologie GIS, può essere consultato da PC o da smartphone. I dati sono forniti in formato open, quindi liberamente scaricabili e utilizzabili nel rispetto della licenza Creative Commons.

Per l'uso delle mappe si fa riferimento alla pagina Termini e condizioni.

Maggiori informazioni riguardanti le elaborazioni ed il sistema possono essere reperite nell'allegato tecnico.

Si fa presente che la qualità della navigazione del singolo utente dipenderà da:

  • condizioni del canale radio (rapporto segnale/rumore),
  • condizioni delle linee fisiche che connettono l'utente,
  • condivisione contemporanea delle risorse da una pluralità di utenti.

 

TERMINI E CONDIZIONI   -   ALLEGATO TECNICO METODOLOGICO

 

 

Licenza Creative Commons
BroadbandMap di Agcom - Autorità per le garanzie nelle comunicazioni è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione 4.0 Internazionale.