Vai al contenuto

ricerca avanzata

Attività internazionale

Sin dalla sua nascita l'Agcom è stata attivamente coinvolta nelle attività di cooperazione internazionale diventando un interlocutore autorevole nei dibattiti di policy delle comunicazioni. Nello specifico, l'Agcom ha preso parte a numerose iniziative finalizzate all'implementazione della cooperazione fra organismi internazionali ed allo scambio di best practices sia nel campo delle comunicazioni elettroniche che nei settori dell'audiovisivo e della regolamentazione postale con altri Regolatori a livello europeo ed extra-europeo,

Nel panorama europeo, l'Agcom ha messo il suo massimo sforzo nell'accrescere la cooperazione fra le Autorità europee e fra queste e la Commissione Europea in tutti i settori coperti dalle sue attività regolamentari:

  • Nel settore delle comunicazioni elettroniche, l'Agcom è stata membro dell'European Regulators Group (ERG) e dell'Independent Regulators Group (IRG) fin dalla loro creazione e ne ha assunto la Presidenza nell'anno 2007. Nel Gennaio 2010 l'Agcom è diventata membro del nuovo Body of European Regulators in Electronic Communications (BEREC), prendendo parte attivamente a tutti gli ERG-BEREC Project Teams e, al momento, ricopre il ruolo di Chair nel Framework Implementation PT e nel Regulatory Accounting PT e di co-Chair nel Termination Rates PT e nel BEREC-RSPG Joint PT.

  • Nel settore postale, l'Agcom è membro dell' European Regulators Group for Postal Services (ERGP)

  • Nel settore audiovisivo, l'Agcom ha tradizionalmente cooperato con i Regolatori sia Europei che del bacino del Mediterraneo ed è membro dell' European Regulators Group for Audiovisual Media Services, costituito all'inizio del 2014 (ERGA)

  • Con riferimento al campo dello spectrum management, l'Agcom partecipa ai lavori del Radio Spectrum Policy Group (RSPG), di cui ha ricoperto il ruolo di Chairman nel 2010 e nel 2012, un gruppo di alto livello composto dai 27 Paesi dell'Unione Europea che ha il compito di fornire alla Commissione ed alle altre Istituzioni europee opinioni in merito alle problematiche legate all'uso ed alla gestione dello spettro elettromagnetico.

Nel panorama internazionale da sempre l'Autorità ha rivolto un'attenzione particolare allo sviluppo della cooperazione in ambito regolatorio con i paesi dell'area del Mediterraneo. Per quanto riguarda le tematiche proprie del settore delle comunicazioni elettroniche, l'Agcom è stata fra i promotori della piattaforma dei Regolatori dei Paesi Mediterranei, nata nel Luglio del 2008 con il nome di European Mediterranean Regulators Group (EMERG). L'Autorità viene annoverata tra i membri fondatori e ne ha assunto la Presidenza nell'anno 2011. Similarmente, nel settore dell'audiovisivo, l'Autorità è membro dell'European Platform of Audiovisual Regulators (EPRA) ed è fra i membri fondatori del RIRM Reseau-Med , un gruppo di Regolatori attivi nell'area del Mediterraneo e della regione del Nord Africa.

L'Agcom partecipa attivamente, con le delegazioni Italiane, a numerosi Comitati a livello europeo ed internazionale, fra i quali ricordiamo il Communications Committee (COCOM); l' AVMS Contact Committee; lo Standing Committee of Transfrontier TV del Consiglio d'Europa; OECD ICCP-CISP. Inoltre all'Autorità è stato recentemente riconosciuto lo status di membro del Foro Latinoamericano de Entes Reguladores de Telecomunicaciones (REGULATEL link to http://www.regulatel.org/ ), il Gruppo che riunisce i Regolatori di Centro e Sud America.

Negli ultimi anni, inoltre, l'Agcom ha maturato una considerevole esperienza nel campo degli accordi bilaterali di collaborazione:

  • L'Autorità ha firmato Memorandums of Understanding con le Autorità di Malta, Bulgaria, Marocco, Grecia e Brasile, il cui scopo è il trasferimento del know-how sviluppato nel settore delle comunicazioni attraverso seminari, workshop e visite di studio.

  • L' Agcom inoltre ha attivamente implementato gli strumenti messi a disposizione dalla Commissione Europea per la Neighborhood Policy: i TAIEX e i Twinnings. In particolare, l'Autorità ha svolto con successo:

    • due gemellaggi a favore del regolatore della Bosnia Erzegovina nel settore dell'audiovisivo - RAK - (2005 – 2007);

    • un gemellaggio a favore dell'Autorità egiziana - NTRA - a capo di un consorzio che vedeva come Junior partner il regolatore tedesco BNetzA (ottobre 2008 - aprile 2011);

    • un gemellaggio con il Ministero delle comunicazioni israeliano, cui l'Autorità ha partecipato quale membro di un consorzio costituito anche dal regolatore spagnolo - CMT - sotto la guida del regolatore tedesco - BNetzA - (febbraio 2011 - giugno 2012);

    • un gemellaggio con la Telecommunications Regulatory Commission - TRC - della Giordania, cui l'Autorità partecipa all'interno di un consorzio costituito dai regolatori francesi dell'audiovisivo CSA e delle telecomunicazioni ARCEP e dal regolatore spagnolo CMT - (novembre 2011 – ottobre 2013);

    • un gemellaggio con la Instance Nationale des Télécommunications -INT- della Tunisia, che è stato appena assegnato al consorzio guidato da AGCOM e costituito anche dai regolatori francesi dell'audiovisivo CSA e delle telecomunicazioni ARCEP e dal regolatore spagnolo CMT

Sin dalla sua nascita l'Agcom è stata attivamente coinvolta nelle attività di cooperazione internazionale diventando un interlocutore autorevole nei dibattiti di policy delle comunicazioni. Nello specifico, l'Agcom ha preso parte a numerose iniziative finalizzate all'implementazione della cooperazione fra organismi internazionali ed allo scambio di best practices sia nel campo delle comunicazioni elettroniche che nei settori dell'audiovisivo e della regolamentazione postale con altri Regolatori a livello europeo ed extra-europeo,

Nel panorama europeo, l'Agcom ha messo il suo massimo sforzo nell'accrescere la cooperazione fra le Autorità europee e fra queste e la Commissione Europea in tutti i settori coperti dalle sue attività regolamentari:

  • Nel settore delle comunicazioni elettroniche, l'Agcom è stata membro dell'European Regulators Group (ERG) e dell'Independent Regulators Group (IRG) fin dalla loro creazione e ne ha assunto la Presidenza nell'anno 2007. Nel Gennaio 2010 l'Agcom è diventata membro del nuovo Body of European Regulators in Electronic Communications (BEREC), prendendo parte attivamente a tutti gli ERG-BEREC Project Teams e, al momento, ricopre il ruolo di Chair nel Framework Implementation PT e nel Regulatory Accounting PT e di co-Chair nel Termination Rates PT e nel BEREC-RSPG Joint PT.

  • Nel settore postale, l'Agcom è membro dell' European Regulators Group for Postal Services (ERGP)

  • Nel settore audiovisivo, l'Agcom ha tradizionalmente cooperato con i Regolatori sia Europei che del bacino del Mediterraneo ed è membro dell' European Regulators Group for Audiovisual Media Services, costituito all'inizio del 2014 (ERGA)

  • Con riferimento al campo dello spectrum management, l'Agcom partecipa ai lavori del Radio Spectrum Policy Group (RSPG), di cui ha ricoperto il ruolo di Chairman nel 2010 e nel 2012, un gruppo di alto livello composto dai 27 Paesi dell'Unione Europea che ha il compito di fornire alla Commissione ed alle altre Istituzioni europee opinioni in merito alle problematiche legate all'uso ed alla gestione dello spettro elettromagnetico.

Nel panorama internazionale da sempre l'Autorità ha rivolto un'attenzione particolare allo sviluppo della cooperazione in ambito regolatorio con i paesi dell'area del Mediterraneo. Per quanto riguarda le tematiche proprie del settore delle comunicazioni elettroniche, l'Agcom è stata fra i promotori della piattaforma dei Regolatori dei Paesi Mediterranei, nata nel Luglio del 2008 con il nome di European Mediterranean Regulators Group (EMERG). L'Autorità viene annoverata tra i membri fondatori e ne ha assunto la Presidenza nell'anno 2011. Similarmente, nel settore dell'audiovisivo, l'Autorità è membro dell'European Platform of Audiovisual Regulators (EPRA) ed è fra i membri fondatori del RIRM Reseau-Med , un gruppo di Regolatori attivi nell'area del Mediterraneo e della regione del Nord Africa.

L'Agcom partecipa attivamente, con le delegazioni Italiane, a numerosi Comitati a livello europeo ed internazionale, fra i quali ricordiamo il Communications Committee (COCOM); l' AVMS Contact Committee; lo Standing Committee of Transfrontier TV del Consiglio d'Europa; OECD ICCP-CISP. Inoltre all'Autorità è stato recentemente riconosciuto lo status di membro del Foro Latinoamericano de Entes Reguladores de Telecomunicaciones (REGULATEL link to http://www.regulatel.org/ ), il Gruppo che riunisce i Regolatori di Centro e Sud America.

Negli ultimi anni, inoltre, l'Agcom ha maturato una considerevole esperienza nel campo degli accordi bilaterali di collaborazione:

  • L'Autorità ha firmato Memorandums of Understanding con le Autorità di Malta, Bulgaria, Marocco, Grecia e Brasile, il cui scopo è il trasferimento del know-how sviluppato nel settore delle comunicazioni attraverso seminari, workshop e visite di studio.

  • L' Agcom inoltre ha attivamente implementato gli strumenti messi a disposizione dalla Commissione Europea per la Neighborhood Policy: i TAIEX e i Twinnings. In particolare, l'Autorità ha svolto con successo:

    • due gemellaggi a favore del regolatore della Bosnia Erzegovina nel settore dell'audiovisivo - RAK - (2005 – 2007);

    • un gemellaggio a favore dell'Autorità egiziana - NTRA - a capo di un consorzio che vedeva come Junior partner il regolatore tedesco BNetzA (ottobre 2008 - aprile 2011);

    • un gemellaggio con il Ministero delle comunicazioni israeliano, cui l'Autorità ha partecipato quale membro di un consorzio costituito anche dal regolatore spagnolo - CMT - sotto la guida del regolatore tedesco - BNetzA - (febbraio 2011 - giugno 2012);

    • un gemellaggio con la Telecommunications Regulatory Commission - TRC - della Giordania, cui l'Autorità partecipa all'interno di un consorzio costituito dai regolatori francesi dell'audiovisivo CSA e delle telecomunicazioni ARCEP e dal regolatore spagnolo CMT - (novembre 2011 – ottobre 2013);

    • un gemellaggio con la Instance Nationale des Télécommunications -INT- della Tunisia, che è stato appena assegnato al consorzio guidato da AGCOM e costituito anche dai regolatori francesi dell'audiovisivo CSA e delle telecomunicazioni ARCEP e dal regolatore spagnolo CMT