Vai al contenuto

Verifiche su concentrazioni e intese

Il decreto legislativo 31 luglio 2005, n.177 (Testo unico dei servizi di media audiovisivi e radiofonici), al Titolo VI, affida all'Autorità competenze a tutela della concorrenza nel settore dei media (c.d. "pluralismo esterno"), attuate attraverso attività di verifica relative al superamento di specifiche soglie anti-concentrative di carattere tecnico ed economico.

In particolare, l'Autorità, ai sensi dell'articolo 43, comma 1, del Testo Unico, verifica il rispetto dei limiti anti-concentrativi previsti nei commi da 9 a 12 del medesimo articolo in occasione di operazioni di concentrazione e intese tra soggetti operanti nel Sistema Integrato delle Comunicazioni (SIC). Il relativo procedimento è disciplinato dall'articolo 4 del Regolamento, di cui all'allegato A della delibera n. 368/14/CONS del 17 luglio 2014, successivamente integrato e modificato dalla delibera n. 110/16/CONS.

Sono sottoposte a verifica anche le operazioni di concentrazione nelle quali solo una delle parti sia un soggetto operante nel SIC, laddove l'operazione sia comunque suscettibile di produrre effetti nel predetto sistema o in uno dei mercati che lo compongono.

Ai fini del Regolamento si considerano:

  • intese: gli accordi e/o le pratiche concordate tra imprese, nonché le deliberazioni, anche se  adottate  ai  sensi  di  disposizioni  statutarie  o  regolamentari,  di  consorzi, associazioni di imprese ed altri organismi similari, ai sensi dell'articolo 2 della legge 10 ottobre 1990, n. 287;
  • concentrazioni: le operazioni che, ai sensi dell'articolo 5 della legge 10 ottobre 1990, n. 287, si  realizzano  quando  due  o più  imprese  procedono  a  fusione;  quando  uno  o  più soggetti  in  posizione  di  controllo  di  almeno  un'impresa -  ovvero  una  o  più  imprese - acquisiscono  direttamente  od  indirettamente,  sia  mediante  acquisto  di  azioni  o  di elementi  del  patrimonio,  sia  mediante  contratto  o  qualsiasi  altro  mezzo,  il  controllo dell'insieme  o  di  parti  di  una  o  più  imprese;  quando  due  o  più  imprese  procedono, attraverso la costituzione di una nuova società, alla costituzione di un'impresa comune.

Rientrano nel campo di applicazione delle suddette verifiche anche le operazioni che hanno per oggetto il trasferimento dell'autorizzazione per l'attività di fornitore di servizi media audiovisivi nonché la connessa attribuzione della numerazione dell'ordinamento automatico dei canali (LCN) della televisione digitale terrestre.

Le operazioni soggette a verifica devono essere preventivamente notificate all'Autorità ovvero comunicate antro 15 giorni dal perfezionamento dell'operazione, a seconda del superamento o meno di specifiche soglie di fatturato, in base a quanto previsto dal Regolamento, articolo 4, rispettivamente commi 1 e 10. Le soglie di fatturato sono automaticamente incrementate nella misura stabilita dall'Autorità garante della concorrenza e del mercato, con proprio provvedimento, ai sensi dell'articolo 16 della legge 10 ottobre 1990, n. 287.

La notifica o comunicazione deve essere corredata della specifica modulistica elencata di seguito, opportunamente completata.

Di seguito tutti i moduli relativi alle predette istruttorie:

Modulistica Operazioni di concentrazione

 Modulistica Intese

Qualora un'intesa o un'operazione di concentrazione soggetta a verifica integri un trasferimento di proprietà di società radiotelevisiva, ai sensi dell'art. 1, comma 6, lett. c), n. 13, della legge 31 luglio 1997, n. 249, deve essere presentata anche la specifica istanza di autorizzazione

 

Il decreto legislativo 31 luglio 2005, n.177 (Testo unico dei servizi di media audiovisivi e radiofonici), al Titolo VI, affida all'Autorità competenze a tutela della concorrenza nel settore dei media (c.d. "pluralismo esterno"), attuate attraverso attività di verifica relative al superamento di specifiche soglie anti-concentrative di carattere tecnico ed economico.

In particolare, l'Autorità, ai sensi dell'articolo 43, comma 1, del Testo Unico, verifica il rispetto dei limiti anti-concentrativi previsti nei commi da 9 a 12 del medesimo articolo in occasione di operazioni di concentrazione e intese tra soggetti operanti nel Sistema Integrato delle Comunicazioni (SIC). Il relativo procedimento è disciplinato dall'articolo 4 del Regolamento, di cui all'allegato A della delibera n. 368/14/CONS del 17 luglio 2014, successivamente integrato e modificato dalla delibera n. 110/16/CONS.

Sono sottoposte a verifica anche le operazioni di concentrazione nelle quali solo una delle parti sia un soggetto operante nel SIC, laddove l'operazione sia comunque suscettibile di produrre effetti nel predetto sistema o in uno dei mercati che lo compongono.

Ai fini del Regolamento si considerano:

  • intese: gli accordi e/o le pratiche concordate tra imprese, nonché le deliberazioni, anche se  adottate  ai  sensi  di  disposizioni  statutarie  o  regolamentari,  di  consorzi, associazioni di imprese ed altri organismi similari, ai sensi dell'articolo 2 della legge 10 ottobre 1990, n. 287;
  • concentrazioni: le operazioni che, ai sensi dell'articolo 5 della legge 10 ottobre 1990, n. 287, si  realizzano  quando  due  o più  imprese  procedono  a  fusione;  quando  uno  o  più soggetti  in  posizione  di  controllo  di  almeno  un'impresa -  ovvero  una  o  più  imprese - acquisiscono  direttamente  od  indirettamente,  sia  mediante  acquisto  di  azioni  o  di elementi  del  patrimonio,  sia  mediante  contratto  o  qualsiasi  altro  mezzo,  il  controllo dell'insieme  o  di  parti  di  una  o  più  imprese;  quando  due  o  più  imprese  procedono, attraverso la costituzione di una nuova società, alla costituzione di un'impresa comune.

Rientrano nel campo di applicazione delle suddette verifiche anche le operazioni che hanno per oggetto il trasferimento dell'autorizzazione per l'attività di fornitore di servizi media audiovisivi nonché la connessa attribuzione della numerazione dell'ordinamento automatico dei canali (LCN) della televisione digitale terrestre.

Le operazioni soggette a verifica devono essere preventivamente notificate all'Autorità ovvero comunicate antro 15 giorni dal perfezionamento dell'operazione, a seconda del superamento o meno di specifiche soglie di fatturato, in base a quanto previsto dal Regolamento, articolo 4, rispettivamente commi 1 e 10. Le soglie di fatturato sono automaticamente incrementate nella misura stabilita dall'Autorità garante della concorrenza e del mercato, con proprio provvedimento, ai sensi dell'articolo 16 della legge 10 ottobre 1990, n. 287.

La notifica o comunicazione deve essere corredata della specifica modulistica elencata di seguito, opportunamente completata.

Di seguito tutti i moduli relativi alle predette istruttorie:

Modulistica Operazioni di concentrazione

 Modulistica Intese

Qualora un'intesa o un'operazione di concentrazione soggetta a verifica integri un trasferimento di proprietà di società radiotelevisiva, ai sensi dell'art. 1, comma 6, lett. c), n. 13, della legge 31 luglio 1997, n. 249, deve essere presentata anche la specifica istanza di autorizzazione