Vai al contenuto

Verifiche preventive delle offerte al dettaglio di Telecom Italia

Norme regolamentari vigenti

Con l'adozione della delibera n. 584/16/CONS, pubblicata sul sito web dell'Autorità in data 23 dicembre 2016, l'Autorità ha approvato le nuove linee guida in materia di test di prezzo, finalizzate a verificare l'applicazione del principio di non discriminazione interno-esterno da parte dell'operatore notificato quale detentore di Significativo Potere di Mercato (allo stato Telecom Italia).

In sintesi, le nuove linee guida per le verifiche di replicabilità prevedono che le offerte retail di Telecom Italia comprendenti servizi di accesso alla rete siano sottoposte ad una verifica di tipo Discounted Cash Flow, svolta prima del lancio commerciale. Il dettaglio delle modalità di applicazione di tale verifica è stato differenziato tra offerte su rete in rame e offerte su rete in fibra.

Le proposte di offerta sono trasmesse da Telecom Italia all'Autorità con un anticipo di almeno 30 giorni rispetto alla data prevista per il lancio commerciale. Tale invio avverrà tramite un'apposita piattaforma informatica, non appena disponibile.

Nella sezione trasparenza del sito - https://www.agcom.it/direzione-reti-e-servizi-di-comunicazione-elettronica (a partire dal mese di maggio 2017)  e https://www.agcom.it/direzione-sviluppo-dei-servizi-digitali-e-della-rete (per il periodo precedente) - sono periodicamente pubblicati gli estremi delle offerte approvate, così come previsto dalla delibera n. 584/16/CONS.

Eventuali segnalazioni circa presunte violazioni della regolamentazione in materia di test di prezzo possono essere trasmesse all'Autorità compilando l'apposito modulo elettronico disponibile al seguente indirizzo: https://www.agcom.it/vigilanza-nel-settore-tlc-segnalazioni-on-line.

Con l'adozione della nuova metodologia sono state abrogate la delibera n. 499/10/CONS, che nel 2010 aveva definito i meccanismi di valutazione della replicabilità delle offerte al dettaglio dell'operatore notificato Telecom Italia, e la delibera n. 604/13/CONS, con cui erano stati adottati i criteri applicativi dei test di prezzo relativi alle offerte al dettaglio a banda ultra-larga su fibra ottica di Telecom Italia.

 

Precedente regime regolamentare

Con l'adozione della delibera n. 499/10/CONS, successivamente integrata dalla delibera n. 604/13/CONS l'Autorità aveva aggiornato i meccanismi di valutazione della replicabilità delle offerte di Telecom Italia precedentemente definiti dalla delibera n. 152/02/CONS.

Alcuni aspetti tecnico-applicativi della delibera n. 499/10/CONS ed alcuni parametri di dettaglio della metodologia dei test di prezzo erano stati resi noti con la successiva circolare attuativa appositamente pubblicata in data 8 luglio 2011.

 

 

Norme regolamentari vigenti

Con l'adozione della delibera n. 584/16/CONS, pubblicata sul sito web dell'Autorità in data 23 dicembre 2016, l'Autorità ha approvato le nuove linee guida in materia di test di prezzo, finalizzate a verificare l'applicazione del principio di non discriminazione interno-esterno da parte dell'operatore notificato quale detentore di Significativo Potere di Mercato (allo stato Telecom Italia).

In sintesi, le nuove linee guida per le verifiche di replicabilità prevedono che le offerte retail di Telecom Italia comprendenti servizi di accesso alla rete siano sottoposte ad una verifica di tipo Discounted Cash Flow, svolta prima del lancio commerciale. Il dettaglio delle modalità di applicazione di tale verifica è stato differenziato tra offerte su rete in rame e offerte su rete in fibra.

Le proposte di offerta sono trasmesse da Telecom Italia all'Autorità con un anticipo di almeno 30 giorni rispetto alla data prevista per il lancio commerciale. Tale invio avverrà tramite un'apposita piattaforma informatica, non appena disponibile.

Nella sezione trasparenza del sito - https://www.agcom.it/direzione-reti-e-servizi-di-comunicazione-elettronica (a partire dal mese di maggio 2017)  e https://www.agcom.it/direzione-sviluppo-dei-servizi-digitali-e-della-rete (per il periodo precedente) - sono periodicamente pubblicati gli estremi delle offerte approvate, così come previsto dalla delibera n. 584/16/CONS.

Eventuali segnalazioni circa presunte violazioni della regolamentazione in materia di test di prezzo possono essere trasmesse all'Autorità compilando l'apposito modulo elettronico disponibile al seguente indirizzo: https://www.agcom.it/vigilanza-nel-settore-tlc-segnalazioni-on-line.

Con l'adozione della nuova metodologia sono state abrogate la delibera n. 499/10/CONS, che nel 2010 aveva definito i meccanismi di valutazione della replicabilità delle offerte al dettaglio dell'operatore notificato Telecom Italia, e la delibera n. 604/13/CONS, con cui erano stati adottati i criteri applicativi dei test di prezzo relativi alle offerte al dettaglio a banda ultra-larga su fibra ottica di Telecom Italia.

 

Precedente regime regolamentare

Con l'adozione della delibera n. 499/10/CONS, successivamente integrata dalla delibera n. 604/13/CONS l'Autorità aveva aggiornato i meccanismi di valutazione della replicabilità delle offerte di Telecom Italia precedentemente definiti dalla delibera n. 152/02/CONS.

Alcuni aspetti tecnico-applicativi della delibera n. 499/10/CONS ed alcuni parametri di dettaglio della metodologia dei test di prezzo erano stati resi noti con la successiva circolare attuativa appositamente pubblicata in data 8 luglio 2011.