Vai al contenuto

Tutela del diritto d'autore

In materia di tutela del diritto d'autore, l'Autorità ha visto accrescere progressivamente il proprio ruolo grazie a diversi interventi del legislatore rinvenibili nella legge sul diritto d'autore n. 633/41, come modificata in particolare dalla legge n. 248/2000, nel decreto legislativo sul commercio elettronico n. 70/2003, per le violazioni online, e nel Testo unico dei servizi di media audiovisivi n. 177/2005, come modificato dal decreto legislativo n. 44/2010, per quanto riguarda specificamente i servizi radiotelevisivi.

Ai fini dell'esercizio delle competenze summenzionate, con la delibera n. 680/13/CONS del 12 dicembre 2013, l'Autorità ha adottato il "Regolamento in materia di tutela del diritto d'autore sulle reti di comunicazione elettronica e procedure attuative ai sensi del decreto legislativo 9 aprile 2003, n. 70".

Il provvedimento è stato approvato a valle di un percorso che ha visto l'Autorità svolgere tre consultazioni pubbliche:

  • la prima, indetta con delibera n. 668/10/CONS del 17 dicembre 2010, sui "Lineamenti di provvedimento concernente l'esercizio delle competenze dell'Autorità nell'attività di tutela del diritto d'autore sulle reti di comunicazione elettronica",

  • la seconda, avviata con delibera n. 398/11/CONS del 6 luglio 2011, ha avuto l'obiettivo di acquisire tutte le proposte e le osservazioni dei soggetti interessati sul testo del primo schema di regolamento in materia di tutela del diritto d'autore sulle reti di comunicazione elettronica,

  • la terza, con delibera n. 452/13/CONS del 25 luglio 2013, ha riguardato la "Consultazione pubblica sullo schema di regolamento in materia di tutela del diritto d'autore sulle reti di comunicazione elettronica e procedure attuative ai sensi del decreto legislativo 9 aprile 2003, n. 70" che, il 2 settembre 2013, è stato notificato alla Commissione europea ai sensi della direttiva 98/34/CE, come previsto dalle regole europee.

Il testo finale tiene conto di quanto rilevato nel corso delle consultazioni pubbliche, delle interlocuzioni avute con la Commissione europea e di quanto emerso nel corso del workshop "Il diritto d'autore online: modelli a confronto"

Il 16 ottobre 2018 l'Autorità ha approvato, con delibera n. 490/18/CONS, significative modifiche al Regolamento per la tutela del diritto d'autore sulle reti di comunicazione elettronica per contrastare le violazioni più gravi attraverso appositi poteri cautelari e misure contro la reiterazione delle violazioni.

Tali modifiche disciplinano l'esercizio dei nuovi poteri attribuiti all'Autorità dall'art. 2 della legge 20 novembre 2017, n. 167, recante "Disposizioni per l'adempimento degli obblighi derivanti dall'appartenenza dell'Italia all'Unione europea - Legge europea 2017", al fine di dare completo adeguamento alle direttive 2001/29/CE e 2004/48/CE.

Le modifiche, riportate nell'Allegato A alla delibera, sono state adottate a seguito di una consultazione pubblica indetta con delibera n. 8/18/CONS. Il testo coordinato del Regolamento è riportato nell'Allegato B alla delibera.

 

Il Regolamento intende tutelare il diritto d'autore sulle reti di comunicazione elettronica attraverso due azioni complementari tra loro ed ugualmente importanti: a) il sostegno allo sviluppo del mercato dei contenuti mediante campagne informative e alla diffusione dell'offerta legale; b) la lotta alla pirateria attraverso procedure di enforcement effettive, proporzionate e dissuasive che, pur tutelando il diritto d'autore, non comprimono in alcun modo gli altri diritti rilevanti.

Per maggiori informazioni o per inviare un'istanza all'Autorità, consulta il sito www.ddaonline.it.

In materia di tutela del diritto d'autore, l'Autorità ha visto accrescere progressivamente il proprio ruolo grazie a diversi interventi del legislatore rinvenibili nella legge sul diritto d'autore n. 633/41, come modificata in particolare dalla legge n. 248/2000, nel decreto legislativo sul commercio elettronico n. 70/2003, per le violazioni online, e nel Testo unico dei servizi di media audiovisivi n. 177/2005, come modificato dal decreto legislativo n. 44/2010, per quanto riguarda specificamente i servizi radiotelevisivi.

Ai fini dell'esercizio delle competenze summenzionate, con la delibera n. 680/13/CONS del 12 dicembre 2013, l'Autorità ha adottato il "Regolamento in materia di tutela del diritto d'autore sulle reti di comunicazione elettronica e procedure attuative ai sensi del decreto legislativo 9 aprile 2003, n. 70".

Il provvedimento è stato approvato a valle di un percorso che ha visto l'Autorità svolgere tre consultazioni pubbliche:

  • la prima, indetta con delibera n. 668/10/CONS del 17 dicembre 2010, sui "Lineamenti di provvedimento concernente l'esercizio delle competenze dell'Autorità nell'attività di tutela del diritto d'autore sulle reti di comunicazione elettronica",

  • la seconda, avviata con delibera n. 398/11/CONS del 6 luglio 2011, ha avuto l'obiettivo di acquisire tutte le proposte e le osservazioni dei soggetti interessati sul testo del primo schema di regolamento in materia di tutela del diritto d'autore sulle reti di comunicazione elettronica,

  • la terza, con delibera n. 452/13/CONS del 25 luglio 2013, ha riguardato la "Consultazione pubblica sullo schema di regolamento in materia di tutela del diritto d'autore sulle reti di comunicazione elettronica e procedure attuative ai sensi del decreto legislativo 9 aprile 2003, n. 70" che, il 2 settembre 2013, è stato notificato alla Commissione europea ai sensi della direttiva 98/34/CE, come previsto dalle regole europee.

Il testo finale tiene conto di quanto rilevato nel corso delle consultazioni pubbliche, delle interlocuzioni avute con la Commissione europea e di quanto emerso nel corso del workshop "Il diritto d'autore online: modelli a confronto"

Il 16 ottobre 2018 l'Autorità ha approvato, con delibera n. 490/18/CONS, significative modifiche al Regolamento per la tutela del diritto d'autore sulle reti di comunicazione elettronica per contrastare le violazioni più gravi attraverso appositi poteri cautelari e misure contro la reiterazione delle violazioni.

Tali modifiche disciplinano l'esercizio dei nuovi poteri attribuiti all'Autorità dall'art. 2 della legge 20 novembre 2017, n. 167, recante "Disposizioni per l'adempimento degli obblighi derivanti dall'appartenenza dell'Italia all'Unione europea - Legge europea 2017", al fine di dare completo adeguamento alle direttive 2001/29/CE e 2004/48/CE.

Le modifiche, riportate nell'Allegato A alla delibera, sono state adottate a seguito di una consultazione pubblica indetta con delibera n. 8/18/CONS. Il testo coordinato del Regolamento è riportato nell'Allegato B alla delibera.

 

Il Regolamento intende tutelare il diritto d'autore sulle reti di comunicazione elettronica attraverso due azioni complementari tra loro ed ugualmente importanti: a) il sostegno allo sviluppo del mercato dei contenuti mediante campagne informative e alla diffusione dell'offerta legale; b) la lotta alla pirateria attraverso procedure di enforcement effettive, proporzionate e dissuasive che, pur tutelando il diritto d'autore, non comprimono in alcun modo gli altri diritti rilevanti.

Per maggiori informazioni o per inviare un'istanza all'Autorità, consulta il sito www.ddaonline.it.