Vai al contenuto

Servizi di alta qualità in postazione fissa

Il terzo ciclo di analisi del mercato della fornitura all'ingrosso di segmenti terminali di linee affittate è stato concluso dall'Autorità con delibera n. 412/15/CONS. La revisione del relativo quadro regolamentare tiene conto della nuova Raccomandazione della Commissione europea sui mercati rilevanti dei servizi e dei prodotti di comunicazioni elettroniche (n. 2014/710/UE). Ai sensi della Raccomandazione, il mercato della fornitura all'ingrosso di segmenti terminali di linee affittate ricade nel mercato dell'accesso all'ingrosso di alta qualità in postazione fissa (mercato n. 4).
L'Autorità, con la succitata delibera n. 412/15/CONS ha individuato due mercati per la fornitura all'ingrosso di servizi di linee affittate, aventi tutti dimensione nazionale:

  • il mercato dei segmenti terminali (terminating) di linee affittate per il rilegamento tra un punto di attestazione di un operatore alternativo presso un nodo della rete dell'operatore che offre il servizio ed una sede d'utente (mercato A);
  • il mercato dei segmenti terminali (terminating) di linee affittate per il rilegamento tra un punto di attestazione di un operatore alternativo presso un nodo della rete dell'operatore che offre il servizio ed una stazione radio base (BTS) di un operatore di rete mobile (mercato B).

Per il mercato della fornitura all'ingrosso di segmenti terminali di linee affittate per il rilegamento di sedi d'utente (mercato A), l'Autorità ha identificato Telecom Italia come operatore SMP ed ha previsto che la stessa continui ad essere sottoposta agli obblighi di accesso e di uso di determinate risorse di rete, trasparenza, non discriminazione, separazione contabile, controllo dei prezzi e contabilità dei costi.
Per il mercato della fornitura all'ingrosso di segmenti terminali di linee affittate per il rilegamento di BTS (mercato B) non è stato individuato alcun operatore avente SMP.

Il terzo ciclo di analisi del mercato della fornitura all'ingrosso di segmenti terminali di linee affittate è stato concluso dall'Autorità con delibera n. 412/15/CONS. La revisione del relativo quadro regolamentare tiene conto della nuova Raccomandazione della Commissione europea sui mercati rilevanti dei servizi e dei prodotti di comunicazioni elettroniche (n. 2014/710/UE). Ai sensi della Raccomandazione, il mercato della fornitura all'ingrosso di segmenti terminali di linee affittate ricade nel mercato dell'accesso all'ingrosso di alta qualità in postazione fissa (mercato n. 4).
L'Autorità, con la succitata delibera n. 412/15/CONS ha individuato due mercati per la fornitura all'ingrosso di servizi di linee affittate, aventi tutti dimensione nazionale:

  • il mercato dei segmenti terminali (terminating) di linee affittate per il rilegamento tra un punto di attestazione di un operatore alternativo presso un nodo della rete dell'operatore che offre il servizio ed una sede d'utente (mercato A);
  • il mercato dei segmenti terminali (terminating) di linee affittate per il rilegamento tra un punto di attestazione di un operatore alternativo presso un nodo della rete dell'operatore che offre il servizio ed una stazione radio base (BTS) di un operatore di rete mobile (mercato B).

Per il mercato della fornitura all'ingrosso di segmenti terminali di linee affittate per il rilegamento di sedi d'utente (mercato A), l'Autorità ha identificato Telecom Italia come operatore SMP ed ha previsto che la stessa continui ad essere sottoposta agli obblighi di accesso e di uso di determinate risorse di rete, trasparenza, non discriminazione, separazione contabile, controllo dei prezzi e contabilità dei costi.
Per il mercato della fornitura all'ingrosso di segmenti terminali di linee affittate per il rilegamento di BTS (mercato B) non è stato individuato alcun operatore avente SMP.