Vai al contenuto

Media

immagine Media

Le competenze dell'Autorità sui servizi di media audiovisivi riguardano le funzioni di regolamentazione, di vigilanza e sanzionatorie in materia di emittenza televisiva originariamente attribuitele dalla Legge 31 luglio 1997, n. 249 e ampliate successivamente dalla Legge 22 febbraio 2000, n. 28, per quanto concerne la par condicio e dal Decreto Legislativo 9 gennaio 2008, n. 9, relativamente ai diritti audiovisivi sportivi e al diritto di cronaca. Le disposizioni principali sono state raccolte nel "Testo unico dei servizi di media audiovisivi e radiofonici", successivamente modificato dal decreto legislativo 15 marzo 2010, n, 44 che ha recepito la Direttiva 2010/13/UE "direttiva sui servizi di media audiovisivi".

Tali competenze sono così articolate:

  • disciplina autorizzatoria e regolamentare relativa all'accesso ai contenuti ed alle piattaforme multimediali;
  • tutela del pluralismo e della concorrenza nei media, ed in particolare le funzioni istruttorie di cui al Titolo VI del Testo Unico della radiotelevisione;
  • indici d'ascolto e sondaggi;
  • tutela dei minori;
  • pubblicità, ivi compresa la pubblicità istituzionale;
  • quote europee, produttori indipendenti secondo la disciplina comunitaria e nazionale vigente;
  • editoria;
  • verifica del rispetto delle norme in materia di diritto di rettifica;
  • diritto d'autore;
  • servizio pubblico radiotelevisivo;
  • diritti audiovisivi sportivi;
  • propaganda, pubblicità, informazione e comunicazione politica;
  • risoluzione dei conflitti di interessi.

La Direzione competente é la Direzione servizi media, articolata in sei Uffici:

  1. Ufficio regolamentazione e vigilanza del servizio pubblico radiotelevisivo .
  2. Ufficio obblighi dei servizi di media audiovisivi e radiofonici
  3. Ufficio pluralismo, concorrenza e autorizzazioni
  4. Ufficio diritti digitali
  5. Ufficio comunicazione politica e risoluzione di conflitti di interessi
  6. Ufficio tutele e rapporti con le rappresentanze degli utenti
immagine Media

Le competenze dell'Autorità sui servizi di media audiovisivi riguardano le funzioni di regolamentazione, di vigilanza e sanzionatorie in materia di emittenza televisiva originariamente attribuitele dalla Legge 31 luglio 1997, n. 249 e ampliate successivamente dalla Legge 22 febbraio 2000, n. 28, per quanto concerne la par condicio e dal Decreto Legislativo 9 gennaio 2008, n. 9, relativamente ai diritti audiovisivi sportivi e al diritto di cronaca. Le disposizioni principali sono state raccolte nel "Testo unico dei servizi di media audiovisivi e radiofonici", successivamente modificato dal decreto legislativo 15 marzo 2010, n, 44 che ha recepito la Direttiva 2010/13/UE "direttiva sui servizi di media audiovisivi".

Tali competenze sono così articolate:

  • disciplina autorizzatoria e regolamentare relativa all'accesso ai contenuti ed alle piattaforme multimediali;
  • tutela del pluralismo e della concorrenza nei media, ed in particolare le funzioni istruttorie di cui al Titolo VI del Testo Unico della radiotelevisione;
  • indici d'ascolto e sondaggi;
  • tutela dei minori;
  • pubblicità, ivi compresa la pubblicità istituzionale;
  • quote europee, produttori indipendenti secondo la disciplina comunitaria e nazionale vigente;
  • editoria;
  • verifica del rispetto delle norme in materia di diritto di rettifica;
  • diritto d'autore;
  • servizio pubblico radiotelevisivo;
  • diritti audiovisivi sportivi;
  • propaganda, pubblicità, informazione e comunicazione politica;
  • risoluzione dei conflitti di interessi.

La Direzione competente é la Direzione servizi media, articolata in sei Uffici:

  1. Ufficio regolamentazione e vigilanza del servizio pubblico radiotelevisivo .
  2. Ufficio obblighi dei servizi di media audiovisivi e radiofonici
  3. Ufficio pluralismo, concorrenza e autorizzazioni
  4. Ufficio diritti digitali
  5. Ufficio comunicazione politica e risoluzione di conflitti di interessi
  6. Ufficio tutele e rapporti con le rappresentanze degli utenti

In evidenza

  • Pluralismo politico/istituzionale in radio 1-31 luglio 2017
  • Sector inquiry on media audience measurement systems
  • Delibera n. 162/17/CSP Ordinanza-ingiunzione nei confronti della società Telestudio Modena S.r.l. (fornitore del servizio di media audiovisivo in ambito locale in tecnica digitale “Aurea”) per la violazione delle disposizioni contenute nell’art. 8, comma 2, dell’allegato A) alla delibera n. 353/11/CONS (Co.re.com. Emilia Romagna Contestazione n. 3/2017 - Proc. 47/17/FB-CRC)
  • Delibera n. 150/17/CSP Ordinanza-ingiunzione alla societá Bravo Produzioni Televisive S.r.l. (fornitore del Servizio media audiovisivo in ambito locale in tecnica digitale “Telecampione”) per la violazione delle disposizioni contenute nell’art. 5-ter, commi 1, 2 e 3, della delibera n. 538/01/CSP e successive modifiche ed integrazioni (Proc. n. 2683/FB)
  • Delibera n. 148/17/CSP Ordinanza-ingiunzione nei confronti della società Studio TV1 News S.p.A. (fornitore del servizio di media audiovisivo in ambito locale in tecnica digitale “Galaxy TV”) per la violazione delle disposizioni contenute nell’art. 8, comma 2, dell’allegato A) alla delibera n. 353/11/CONS (Co.re.com. Lombardia Contestazione n. 5/17 - Proc. 46/17/FB-CRC)