Vai al contenuto

Informazione e grandi eventi

Per tutelare l'interesse del pubblico a ricevere informazioni ed aggiornamenti relativi agli eventi che maggiormente interessano la società, l'Autorità ha adottato a seguito di consultazione pubblica, con delibera n. 667/10/CONS del 17 dicembre 2010, il Regolamento concernente la trasmissione di brevi estratti di cronaca di eventi di grande interesse pubblico, ai sensi dell'art. 32-quater del Testo unico dei servizi di media audiovisivi e radiofonici.
In base a tali disposizioni, viene riconosciuto a tutte le emittenti televisive, anche analogiche, il diritto di utilizzare, nei programmi d'informazione, brevi estratti audiovisivi di grandi eventi, indipendentemente dalla rete di comunicazione elettronica utilizzata, dalla modalità di trasmissione in chiaro o criptato e dall'ambito territoriale.
Un particolare sottoinsieme di eventi di grande interesse pubblico è rappresentato dai cosiddetti "eventi di particolare rilevanza per la società", ovvero una serie di eventi di risonanza speciale e generalizzata, la cui lista è individuata dall'Autorità e sottoposta all'approvazione del Comitato di contatto della Commissione europea.
La lista attualmente in vigore è stata approvata dall'Autorità con delibera n. 8/99, con riferimento alla quale l'Autorità ha ritenuto di procedere, con delibera n. 131/12/CONS, ad una revisione a distanza di oltre dieci anni dall'adozione di questa, con le finalità di integrazione, aggiornamento, provvedendo altresì, considerata la crescente rilevanza di talune discipline sportive e l'elevato valore della musica lirica nel patrimonio culturale italiano, all'inserimento di nuovi eventi.

Per tutelare l'interesse del pubblico a ricevere informazioni ed aggiornamenti relativi agli eventi che maggiormente interessano la società, l'Autorità ha adottato a seguito di consultazione pubblica, con delibera n. 667/10/CONS del 17 dicembre 2010, il Regolamento concernente la trasmissione di brevi estratti di cronaca di eventi di grande interesse pubblico, ai sensi dell'art. 32-quater del Testo unico dei servizi di media audiovisivi e radiofonici.
In base a tali disposizioni, viene riconosciuto a tutte le emittenti televisive, anche analogiche, il diritto di utilizzare, nei programmi d'informazione, brevi estratti audiovisivi di grandi eventi, indipendentemente dalla rete di comunicazione elettronica utilizzata, dalla modalità di trasmissione in chiaro o criptato e dall'ambito territoriale.
Un particolare sottoinsieme di eventi di grande interesse pubblico è rappresentato dai cosiddetti "eventi di particolare rilevanza per la società", ovvero una serie di eventi di risonanza speciale e generalizzata, la cui lista è individuata dall'Autorità e sottoposta all'approvazione del Comitato di contatto della Commissione europea.
La lista attualmente in vigore è stata approvata dall'Autorità con delibera n. 8/99, con riferimento alla quale l'Autorità ha ritenuto di procedere, con delibera n. 131/12/CONS, ad una revisione a distanza di oltre dieci anni dall'adozione di questa, con le finalità di integrazione, aggiornamento, provvedendo altresì, considerata la crescente rilevanza di talune discipline sportive e l'elevato valore della musica lirica nel patrimonio culturale italiano, all'inserimento di nuovi eventi.