Vai al contenuto

Informativa su TSM-Roaming dopo 30 Aprile 2016

Il 30 aprile 2016 ha prodotto i suoi primi effetti il Regolamento (UE) 2015/2120 "Telecom Single Market" (TSM), che definisce, tra l'altro, le norme applicabili al servizio di roaming internazionale. È, infatti, iniziata la riduzione progressiva dei prezzi che porterà nel corso del 2017 all'eliminazione completa della tariffa di roaming internazionale (cd. Roam-Like-At-Home).

 

Cosa prevede il Regolamento Telecom Single Market in materia di Roaming internazionale?

Il Regolamento TSM prevede, in particolare:

  • l'abolizione per tutti i cittadini europei delle tariffe specifiche per i servizi di roaming internazionale a partire dal 15 giugno 2017, con il passaggio al nuovo sistema cd. Roam-Like-At-Home, che prevede la possibilità per l'utente di usare la tariffa nazionale anche in uno qualsiasi dei Paesi membri dell'Unione europea;
  • una fase transitoria, a partire dal 30 aprile 2016, in cui i servizi di roaming internazionale diventano comunque più economici: gli operatori potranno addebitare solo un piccolo sovrapprezzo alle tariffe domestiche scelte dall'utente;
  • il rafforzamento ruolo di vigilanza da parte delle Autorità nazionali di regolazione (in Italia  AGCOM).

 

Quali tariffe roaming ci si deve aspettare durante la fase transitoria?

Le tariffe applicabili dall'operatore nazionale all'utente quando si troverà all'estero, in uno dei Paesi membri dell'Unione europea, subiscono una riduzione già a partire dal 30 aprile 2016, in attesa dell'azzeramento previsto a partire dal 15 giugno 2017. In particolare:

 

Dal 30 Aprile 2016

Chiamate in uscita

Tariffa domestica + sovrapprezzo massimo di 5 €cent/min (IVA esclusa).

NB: il costo totale non dovrà comunque superare i 19 €cent/min (IVA esclusa).

Chiamate in entrata

Prezzo Massimo di 1.14 €cent/min (IVA esclusa).

SMS in uscita

Tariffa domestica + sovrapprezzo massimo di 2 €cent/SMS (IVA esclusa).

NB: Il costo totale non dovrà comunque superare 6 €cent/SMS (IVA esclusa)

Traffico dati

Tariffa domestica + sovrapprezzo massimo di 5 €cent/MB (IVA esclusa).

NB: Il costo totale non dovrà comunque superare i 20 €cent/MB (IVA esclusa)

 

Considerando che molte SIM nazionali hanno attivi piani tariffari forfettari (cd. Pacchetti contenenti servizi voce, SMS e dati in varia misura), il sovrapprezzo può essere applicato dagli operatori anche tramite l'opzione di pacchetti aggiuntivi da consumare all'estero, il cui valore è coerente con i precedenti sovrapprezzi massimi. La convenienza di questi pacchetti aggiuntivi andrà attentamente valutata sulla base del traffico (voce, dati e SMS) effettivamente consumato all'estero.

 

Cosa succederà dopo il 15 giugno 2017?

Il Regolamento prevede che le tariffe di roaming internazionale vengano abolite: il cittadino europeo potrà chiamare/ricevere chiamate, inviare SMS e utilizzare traffico dati in tutta l'Unione europea alle stesse tariffe nazionali applicate dal proprio operatore (Roam-Like-At-Home).

A tal fine, il Regolamento stabilisce una serie di strumenti attuativi, finalizzati al pieno funzionamento del nuovo regime, in particolare:

  • una clausola di salvaguardia per impedire comportamenti abusivi (cd. "Fair Use Policy"), che consente comunque l'applicazione di un piccolo sovrapprezzo al superamento di un pre-determinato limite di consumo, per rendere sostenibili i prezzi Roam-Like-At-Home.
  • la revisione delle tariffe roaming da applicare nel mercato nazionale all'ingrosso, a valle di una consultazione pubblica, i cui esiti sono stati pubblicati il 4.5.2016 sul sito della Commissione europea.

 

Il 30 aprile 2016 ha prodotto i suoi primi effetti il Regolamento (UE) 2015/2120 "Telecom Single Market" (TSM), che definisce, tra l'altro, le norme applicabili al servizio di roaming internazionale. È, infatti, iniziata la riduzione progressiva dei prezzi che porterà nel corso del 2017 all'eliminazione completa della tariffa di roaming internazionale (cd. Roam-Like-At-Home).

 

Cosa prevede il Regolamento Telecom Single Market in materia di Roaming internazionale?

Il Regolamento TSM prevede, in particolare:

  • l'abolizione per tutti i cittadini europei delle tariffe specifiche per i servizi di roaming internazionale a partire dal 15 giugno 2017, con il passaggio al nuovo sistema cd. Roam-Like-At-Home, che prevede la possibilità per l'utente di usare la tariffa nazionale anche in uno qualsiasi dei Paesi membri dell'Unione europea;
  • una fase transitoria, a partire dal 30 aprile 2016, in cui i servizi di roaming internazionale diventano comunque più economici: gli operatori potranno addebitare solo un piccolo sovrapprezzo alle tariffe domestiche scelte dall'utente;
  • il rafforzamento ruolo di vigilanza da parte delle Autorità nazionali di regolazione (in Italia  AGCOM).

 

Quali tariffe roaming ci si deve aspettare durante la fase transitoria?

Le tariffe applicabili dall'operatore nazionale all'utente quando si troverà all'estero, in uno dei Paesi membri dell'Unione europea, subiscono una riduzione già a partire dal 30 aprile 2016, in attesa dell'azzeramento previsto a partire dal 15 giugno 2017. In particolare:

 

Dal 30 Aprile 2016

Chiamate in uscita

Tariffa domestica + sovrapprezzo massimo di 5 €cent/min (IVA esclusa).

NB: il costo totale non dovrà comunque superare i 19 €cent/min (IVA esclusa).

Chiamate in entrata

Prezzo Massimo di 1.14 €cent/min (IVA esclusa).

SMS in uscita

Tariffa domestica + sovrapprezzo massimo di 2 €cent/SMS (IVA esclusa).

NB: Il costo totale non dovrà comunque superare 6 €cent/SMS (IVA esclusa)

Traffico dati

Tariffa domestica + sovrapprezzo massimo di 5 €cent/MB (IVA esclusa).

NB: Il costo totale non dovrà comunque superare i 20 €cent/MB (IVA esclusa)

 

Considerando che molte SIM nazionali hanno attivi piani tariffari forfettari (cd. Pacchetti contenenti servizi voce, SMS e dati in varia misura), il sovrapprezzo può essere applicato dagli operatori anche tramite l'opzione di pacchetti aggiuntivi da consumare all'estero, il cui valore è coerente con i precedenti sovrapprezzi massimi. La convenienza di questi pacchetti aggiuntivi andrà attentamente valutata sulla base del traffico (voce, dati e SMS) effettivamente consumato all'estero.

 

Cosa succederà dopo il 15 giugno 2017?

Il Regolamento prevede che le tariffe di roaming internazionale vengano abolite: il cittadino europeo potrà chiamare/ricevere chiamate, inviare SMS e utilizzare traffico dati in tutta l'Unione europea alle stesse tariffe nazionali applicate dal proprio operatore (Roam-Like-At-Home).

A tal fine, il Regolamento stabilisce una serie di strumenti attuativi, finalizzati al pieno funzionamento del nuovo regime, in particolare:

  • una clausola di salvaguardia per impedire comportamenti abusivi (cd. "Fair Use Policy"), che consente comunque l'applicazione di un piccolo sovrapprezzo al superamento di un pre-determinato limite di consumo, per rendere sostenibili i prezzi Roam-Like-At-Home.
  • la revisione delle tariffe roaming da applicare nel mercato nazionale all'ingrosso, a valle di una consultazione pubblica, i cui esiti sono stati pubblicati il 4.5.2016 sul sito della Commissione europea.