Vai al contenuto

Il contesto internazionale

L'azione dell'Autorità sul tema della neutralità della rete si inscrive nel dibattito internazionale in materia, che ha visto la pubblicazione di numerosi documenti di studio, ricognizione e orientamento, anche da parte delle autorità nazionali di regolamentazione. Tra questi si segnalano le iniziative della Commissione europea, del BEREC, di Ofcom, Arcep e FCC.

Commissione europea

La Commissione europea, a partire da giugno 2010, ha pubblicato il Questionnaire for the public consultation on the open internet and net neutrality in Europe (giugno 2010), il Report on the public consultation on 'The open internet and net neutrality in Europe' che contiene gli esiti della consultazione pubblica (novembre 2010), la comunicazione Apertura e neutralità della rete internet in Europa (19 aprile 2011) e, infine, una nuova consultazione pubblica on specific aspects of transparency, traffic management and switching in an Open Internet al fine di stilare le priorità d'azione su temi come la gestione del traffico di rete, la misurazione della velocità e dell'affidabilità delle connessioni o la possibilità, per i consumatori europei, di cambiare provider di rete senza difficoltà (23 luglio 2012).La proposta legislativa "Connected Continent: Building a Telecoms Single Market"  (11 settembre 2013) ha previsto nuove norme in materia di net neutrality tra le disposizioni del Regolamento "Telecom Single Market" presentato al Parlamento Europeo per una riforma del quadro europeo delle comunicazioni elettroniche. 

BEREC

Il BEREC, a seguito della consultazione pubblica indetta nell'autunno del 2011, ha pubblicato, nel dicembre 2011, il Report on the public consultation on the draft BEREC Guidelines on Transparency in the scope of Net Neutrality, che contiene gli esiti della consultazione pubblica, nonché le Guidelines on Transparency in the scope of Net Neutrality: Best practices and recommended approaches, in cui è presentata una ricognizione delle buone prassi e degli approcci al tema giudicati più adeguati in rapporto agli interessi in gioco. Di interesse anche il report, pubblicato sempre nel dicembre 2011, A framework for Quality of Service in the scope of Net Neutrality, in cui viene affrontato il tema dei nuovi poteri di intervento affidati alle ANR in materia di qualità del servizio e neutralità della rete.

Inoltre, il 29 maggio 2012, il BEREC ha pubblicato – oltre al documento A view of traffic management and other practices resulting in restrictions to the open Internet in Europe, un'ampia ricognizione a livello europeo, supportata dalla Commissione, sulle pratiche di traffic management esistenti – i seguenti documenti, sottoposti a consultazione pubblica:

  1. Guidelines for quality of service in the scope of net neutrality;
  2. Differentiation practices and related competition issues in the scope of net neutrality;
  3. An asessment of IP-interconnection in the context of net neutrality.

Gli esiti delle consultazioni pubbliche sono stati pubblicati il 10 dicembre 2012, a seguito dell'approvazione dei documenti conclusivi presentati alla riunione plenaria del comitato dei regolatori del 6 dicembre 2012. Si tratta in particolare di:

  1. Report on the BEREC public consultations on net neutrality – il documento raccoglie le relazioni conclusive delle tre consultazioni pubbliche indette nel maggio 2012 al fine di informare il pubblico e gli stakeholders sulle principali posizioni emerse e sulle relative valutazioni del BEREC;
  2. BEREC Report on differentiation practices and related competition issues in the scope of net neutrality – il rapporto analizza il potenziale impatto sugli utenti di pratiche commerciali e/o tecniche di differenziazione del traffico internet da parte degli ISP;
  3. BEREC Guidelines for quality of service in the scope of net neutrality – le linee guida forniscono indicazioni circa l'eventuale applicazione dell'articolo 22 (3) della direttiva sul servizio universale, che attribuisce alle ANR il potere di fissare livelli minimi di qualità dei servizi, al fine di prevenire degradazioni del traffico contrarie al principio di neutralità della rete;
  4. An assessment of IP interconnection in the context of Net Neutrality – il documento si concentra sui mercati all'ingrosso dell'interconnessione IP, che coinvolgono i rapporti tra gli ISP e altri intermediari della catena del valore, al fine di valutare i potenziali effetti di deviazioni dalla neutralità di internet come principio di funzionamento delle rete.

Inoltre, il BEREC, sempre nella riunione plenaria del dicembre 2012, ha adottato due documenti trasversali in materia di net neutrality. Una relazione illustrativa sul complesso delle attività svolte dal BEREC nell'ultimo triennio (Overview of BEREC's approach to net neutrality). La relazione si concentra sugli elementi di contesto del dibattito sulla neutralità di internet, quali i principi di funzionamento della rete, le relazioni tra gli attori dell'ecosistema digitale, nonché gli strumenti regolamentari che le autorità di settore possono utilizzare in virtù dell'attuale quadro normativo. La relazione è corredata da una più breve sintesi delle principali posizioni assunte dal BEREC in materia di net neutrality (Summary of BEREC positions on net neutrality).

In precedenza, rilevanti orientamenti in materia di net neutrality sono stati presentati dal BEREC nel documento Response to the European Commission's consultation on the open Internet and net neutrality in Europe (30 settembre 2010).

Ofcom

Il regolatore britannico Ofcom, dopo avere presentato la consultazione su Traffic management and ‘net neutrality' - A discussion document nel giugno 2010, ha pubblicato, il 24 novembre 2011, il documento Ofcom's approach to net neutrality.

Arcep

Indicazioni circa il principio delle neutralità della rete e le relative forme di declinazione provengono altresì dall'Arcep, l'autorità francese di regolamentazione delle comunicazioni elettroniche e postali che, a seguito della consultazione pubblica svolta nella primavera del 2010, ha pubblicato, nel settembre 2010, il documento Neutralité de l'internet et des réseaux: propositions et orientations, contenente alcune linee guida, valevoli sia per le reti fisse che per quelle mobili, con le quali ha inteso promuovere l'adozione di best practice volte a preservare il principio della neutralità della rete.

Successivamente, l'Arcep ha pubblicato una consultazione pubblica concernente "Projet de rapport au Parlement et au Gouvernement sur la neutralité de l'internet" (16 maggio 2012).

FCC

Negli Stati Uniti, l'autorità di settore ha pubblicato nel dicembre del 2010 il testo di regolamentazione Open Internet Report and Order. Si tratta di norme per le reti fisse e mobili volte a tutelare il principio di neutralità della rete mediante il rispetto di tre regole fondamentali: la trasparenza delle condizioni di offerta dei servizi; il divieto di misure di blocco ingiustificate e inibitorie dell'utilizzo di dispositivi, applicazioni e servizi concorrenti; il divieto di discriminazioni arbitrarie del traffico veicolato su rete fissa o mobile.

Nel gennaio 2014, una sentenza della Corte di Appello di Washington, DC (Verizon v. FCC, 11-1355) ha rivitalizzato il dibattito sulla net neutrality negli Stati Uniti, dichiarando l'inefficacia dell'obbligo di non discriminazione e del divieto di blocco nei confronti dei fornitori di accesso alla banda larga.

 

L'azione dell'Autorità sul tema della neutralità della rete si inscrive nel dibattito internazionale in materia, che ha visto la pubblicazione di numerosi documenti di studio, ricognizione e orientamento, anche da parte delle autorità nazionali di regolamentazione. Tra questi si segnalano le iniziative della Commissione europea, del BEREC, di Ofcom, Arcep e FCC.

Commissione europea

La Commissione europea, a partire da giugno 2010, ha pubblicato il Questionnaire for the public consultation on the open internet and net neutrality in Europe (giugno 2010), il Report on the public consultation on 'The open internet and net neutrality in Europe' che contiene gli esiti della consultazione pubblica (novembre 2010), la comunicazione Apertura e neutralità della rete internet in Europa (19 aprile 2011) e, infine, una nuova consultazione pubblica on specific aspects of transparency, traffic management and switching in an Open Internet al fine di stilare le priorità d'azione su temi come la gestione del traffico di rete, la misurazione della velocità e dell'affidabilità delle connessioni o la possibilità, per i consumatori europei, di cambiare provider di rete senza difficoltà (23 luglio 2012).La proposta legislativa "Connected Continent: Building a Telecoms Single Market"  (11 settembre 2013) ha previsto nuove norme in materia di net neutrality tra le disposizioni del Regolamento "Telecom Single Market" presentato al Parlamento Europeo per una riforma del quadro europeo delle comunicazioni elettroniche. 

BEREC

Il BEREC, a seguito della consultazione pubblica indetta nell'autunno del 2011, ha pubblicato, nel dicembre 2011, il Report on the public consultation on the draft BEREC Guidelines on Transparency in the scope of Net Neutrality, che contiene gli esiti della consultazione pubblica, nonché le Guidelines on Transparency in the scope of Net Neutrality: Best practices and recommended approaches, in cui è presentata una ricognizione delle buone prassi e degli approcci al tema giudicati più adeguati in rapporto agli interessi in gioco. Di interesse anche il report, pubblicato sempre nel dicembre 2011, A framework for Quality of Service in the scope of Net Neutrality, in cui viene affrontato il tema dei nuovi poteri di intervento affidati alle ANR in materia di qualità del servizio e neutralità della rete.

Inoltre, il 29 maggio 2012, il BEREC ha pubblicato – oltre al documento A view of traffic management and other practices resulting in restrictions to the open Internet in Europe, un'ampia ricognizione a livello europeo, supportata dalla Commissione, sulle pratiche di traffic management esistenti – i seguenti documenti, sottoposti a consultazione pubblica:

  1. Guidelines for quality of service in the scope of net neutrality;
  2. Differentiation practices and related competition issues in the scope of net neutrality;
  3. An asessment of IP-interconnection in the context of net neutrality.

Gli esiti delle consultazioni pubbliche sono stati pubblicati il 10 dicembre 2012, a seguito dell'approvazione dei documenti conclusivi presentati alla riunione plenaria del comitato dei regolatori del 6 dicembre 2012. Si tratta in particolare di:

  1. Report on the BEREC public consultations on net neutrality – il documento raccoglie le relazioni conclusive delle tre consultazioni pubbliche indette nel maggio 2012 al fine di informare il pubblico e gli stakeholders sulle principali posizioni emerse e sulle relative valutazioni del BEREC;
  2. BEREC Report on differentiation practices and related competition issues in the scope of net neutrality – il rapporto analizza il potenziale impatto sugli utenti di pratiche commerciali e/o tecniche di differenziazione del traffico internet da parte degli ISP;
  3. BEREC Guidelines for quality of service in the scope of net neutrality – le linee guida forniscono indicazioni circa l'eventuale applicazione dell'articolo 22 (3) della direttiva sul servizio universale, che attribuisce alle ANR il potere di fissare livelli minimi di qualità dei servizi, al fine di prevenire degradazioni del traffico contrarie al principio di neutralità della rete;
  4. An assessment of IP interconnection in the context of Net Neutrality – il documento si concentra sui mercati all'ingrosso dell'interconnessione IP, che coinvolgono i rapporti tra gli ISP e altri intermediari della catena del valore, al fine di valutare i potenziali effetti di deviazioni dalla neutralità di internet come principio di funzionamento delle rete.

Inoltre, il BEREC, sempre nella riunione plenaria del dicembre 2012, ha adottato due documenti trasversali in materia di net neutrality. Una relazione illustrativa sul complesso delle attività svolte dal BEREC nell'ultimo triennio (Overview of BEREC's approach to net neutrality). La relazione si concentra sugli elementi di contesto del dibattito sulla neutralità di internet, quali i principi di funzionamento della rete, le relazioni tra gli attori dell'ecosistema digitale, nonché gli strumenti regolamentari che le autorità di settore possono utilizzare in virtù dell'attuale quadro normativo. La relazione è corredata da una più breve sintesi delle principali posizioni assunte dal BEREC in materia di net neutrality (Summary of BEREC positions on net neutrality).

In precedenza, rilevanti orientamenti in materia di net neutrality sono stati presentati dal BEREC nel documento Response to the European Commission's consultation on the open Internet and net neutrality in Europe (30 settembre 2010).

Ofcom

Il regolatore britannico Ofcom, dopo avere presentato la consultazione su Traffic management and ‘net neutrality' - A discussion document nel giugno 2010, ha pubblicato, il 24 novembre 2011, il documento Ofcom's approach to net neutrality.

Arcep

Indicazioni circa il principio delle neutralità della rete e le relative forme di declinazione provengono altresì dall'Arcep, l'autorità francese di regolamentazione delle comunicazioni elettroniche e postali che, a seguito della consultazione pubblica svolta nella primavera del 2010, ha pubblicato, nel settembre 2010, il documento Neutralité de l'internet et des réseaux: propositions et orientations, contenente alcune linee guida, valevoli sia per le reti fisse che per quelle mobili, con le quali ha inteso promuovere l'adozione di best practice volte a preservare il principio della neutralità della rete.

Successivamente, l'Arcep ha pubblicato una consultazione pubblica concernente "Projet de rapport au Parlement et au Gouvernement sur la neutralité de l'internet" (16 maggio 2012).

FCC

Negli Stati Uniti, l'autorità di settore ha pubblicato nel dicembre del 2010 il testo di regolamentazione Open Internet Report and Order. Si tratta di norme per le reti fisse e mobili volte a tutelare il principio di neutralità della rete mediante il rispetto di tre regole fondamentali: la trasparenza delle condizioni di offerta dei servizi; il divieto di misure di blocco ingiustificate e inibitorie dell'utilizzo di dispositivi, applicazioni e servizi concorrenti; il divieto di discriminazioni arbitrarie del traffico veicolato su rete fissa o mobile.

Nel gennaio 2014, una sentenza della Corte di Appello di Washington, DC (Verizon v. FCC, 11-1355) ha rivitalizzato il dibattito sulla net neutrality negli Stati Uniti, dichiarando l'inefficacia dell'obbligo di non discriminazione e del divieto di blocco nei confronti dei fornitori di accesso alla banda larga.