Vai al contenuto

Documenti

Cartesio - Impariamo a dubitare

Nell'ambito di un progetto di ricerca in collaborazione con il Dipartimento di Fisica dell'Università "La Sapienza" di Roma e Sony Computer Science Labs  CSL Paris (partner tecnologico) l'Autorità ha realizzato un modello partecipativo per l'analisi dell'informazione, che prevede il coinvolgimento diretto degli utenti in un'esperienza di valutazione dell'affidabilità di notizie. A tal fine è stata realizzata una piattaforma online (accessibile dal sito web www.cartesio.news) e una mobile app disponibile nei principali store online,  dove l'utente può cimentarsi in un esercizio di lettura e valutazione soggettiva della qualità delle informazioni ricevute. Nel corso dell'emergenza epidemiologica, il database di notizie della app è stato arricchito di contenuti informativi sul Covid-19, compresi fake. Gli utenti raggiunti dalla campagna informativa e quelli che sceglieranno di partecipare al test avranno quindi a disposizione uno strumento utile a migliorare il proprio grado di consapevolezza circa il rischio di incorrere in notizie false e difficilmente riconoscibili.

Fact-checkers e siti ufficiali di informazione statistica

La garanzia del diritto di ciascun cittadino o utente a un'informazione corretta sull'emergenza epidemiologica in atto richiede anche la massima trasparenza ed accessibilità delle fonti ufficiali di dati e statistiche. A tal fine, i soggetti aderenti al Tavolo e l'Autorità cooperano per garantire la massima visibilità e riconoscibilità alle fonti ufficiali e indipendenti di informazione in campo medico e sanitario e, in particolare, sulle statistiche relative ai contagi da Covid-19 in Italia e nel mondo.

Per acquisire informazioni ufficiali in campo medico-sanitario sul nuovo coronavirus si raccomanda di consultare il portale dedicato sul sito web istituzionale del Ministero della Salute che presenta anche una pagina dedicata alle notizie false circolate e ampiamente smentite.

Link utili

Organizzazione Mondiale della Sanità – World Health Organisation

Ministero della Salute

Protezione Civile Italiana

L'Istat durante l'emergenza sanitaria

 

 

Cartesio - Impariamo a dubitare

Nell'ambito di un progetto di ricerca in collaborazione con il Dipartimento di Fisica dell'Università "La Sapienza" di Roma e Sony Computer Science Labs  CSL Paris (partner tecnologico) l'Autorità ha realizzato un modello partecipativo per l'analisi dell'informazione, che prevede il coinvolgimento diretto degli utenti in un'esperienza di valutazione dell'affidabilità di notizie. A tal fine è stata realizzata una piattaforma online (accessibile dal sito web www.cartesio.news) e una mobile app disponibile nei principali store online,  dove l'utente può cimentarsi in un esercizio di lettura e valutazione soggettiva della qualità delle informazioni ricevute. Nel corso dell'emergenza epidemiologica, il database di notizie della app è stato arricchito di contenuti informativi sul Covid-19, compresi fake. Gli utenti raggiunti dalla campagna informativa e quelli che sceglieranno di partecipare al test avranno quindi a disposizione uno strumento utile a migliorare il proprio grado di consapevolezza circa il rischio di incorrere in notizie false e difficilmente riconoscibili.

Fact-checkers e siti ufficiali di informazione statistica

La garanzia del diritto di ciascun cittadino o utente a un'informazione corretta sull'emergenza epidemiologica in atto richiede anche la massima trasparenza ed accessibilità delle fonti ufficiali di dati e statistiche. A tal fine, i soggetti aderenti al Tavolo e l'Autorità cooperano per garantire la massima visibilità e riconoscibilità alle fonti ufficiali e indipendenti di informazione in campo medico e sanitario e, in particolare, sulle statistiche relative ai contagi da Covid-19 in Italia e nel mondo.

Per acquisire informazioni ufficiali in campo medico-sanitario sul nuovo coronavirus si raccomanda di consultare il portale dedicato sul sito web istituzionale del Ministero della Salute che presenta anche una pagina dedicata alle notizie false circolate e ampiamente smentite.

Link utili

Organizzazione Mondiale della Sanità – World Health Organisation

Ministero della Salute

Protezione Civile Italiana

L'Istat durante l'emergenza sanitaria