Vai al contenuto

Deroghe dagli obblighi di programmazione e investimento

L'articolo 44, comma 8 del Testo Unico e 'articolo 4 del Regolamento dell'Autorità di cui alla delibera n. 186/13/CONS (che abroga, con l'art.6, il precedente art 8 della delibera 66/09/CONS) prevedono la possibilità di deroghe agli obblighi di programmazione e di investimento.
È ammessa la presentazione della richiesta di deroga totale o parziale, illustrandone i motivi, da parte dei fornitori di servizi di media audiovisivi che, indipendentemente dalla codifica delle trasmissioni, soddisfino almeno una delle seguenti condizioni:

  • non abbiano realizzato utili in ciascuno degli ultimi due anni di esercizio relativamente ai servizi di media audiovisivi per cui è richiesta la deroga;
  • abbiano una quota di mercato riferita ai ricavi da pubblicità, da televendite, da sponsorizzazioni, da contratti o convenzioni con soggetti pubblici e privati, da provvidenze pubbliche e da offerte televisive a pagamento, inferiore all'uno per cento.
  • abbiano la natura di palinsesto tematico o di catalogo tematico.

Le attività relative alle istanze di deroga pervenute da parte delle emittenti sono svolte dall'Ufficio diritti digitali. Le istanze per il rilascio delle deroghe, vanno presentate formalmente su carta intestata da parte dell'operatore e devono includere le informazioni riguardanti i titoli abilitativi, la linea editoriale, gli investimenti effettuati nell'ultimo biennio nelle tipologie di programmi da cui si chiede l'esonero e le motivazioni addotte per la richiesta delle deroghe.

Le istanze devono essere trasmesse via posta elettronica certificata all'indirizzo agcom@cert.agcom.it o a mezzo raccomandata A.R. all'indirizzo:
Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni
Direzione servizi media
Ufficio diritti digitali
Via Isonzo 21/b
00198 ROMA

L'articolo 44, comma 8 del Testo Unico e 'articolo 4 del Regolamento dell'Autorità di cui alla delibera n. 186/13/CONS (che abroga, con l'art.6, il precedente art 8 della delibera 66/09/CONS) prevedono la possibilità di deroghe agli obblighi di programmazione e di investimento.
È ammessa la presentazione della richiesta di deroga totale o parziale, illustrandone i motivi, da parte dei fornitori di servizi di media audiovisivi che, indipendentemente dalla codifica delle trasmissioni, soddisfino almeno una delle seguenti condizioni:

  • non abbiano realizzato utili in ciascuno degli ultimi due anni di esercizio relativamente ai servizi di media audiovisivi per cui è richiesta la deroga;
  • abbiano una quota di mercato riferita ai ricavi da pubblicità, da televendite, da sponsorizzazioni, da contratti o convenzioni con soggetti pubblici e privati, da provvidenze pubbliche e da offerte televisive a pagamento, inferiore all'uno per cento.
  • abbiano la natura di palinsesto tematico o di catalogo tematico.

Le attività relative alle istanze di deroga pervenute da parte delle emittenti sono svolte dall'Ufficio diritti digitali. Le istanze per il rilascio delle deroghe, vanno presentate formalmente su carta intestata da parte dell'operatore e devono includere le informazioni riguardanti i titoli abilitativi, la linea editoriale, gli investimenti effettuati nell'ultimo biennio nelle tipologie di programmi da cui si chiede l'esonero e le motivazioni addotte per la richiesta delle deroghe.

Le istanze devono essere trasmesse via posta elettronica certificata all'indirizzo agcom@cert.agcom.it o a mezzo raccomandata A.R. all'indirizzo:
Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni
Direzione servizi media
Ufficio diritti digitali
Via Isonzo 21/b
00198 ROMA