Vai al contenuto

Alias

Indicatori alfanumerici per l'identificazione del soggetto chiamante negli SMS/MMS impiegati per servizi di messaggistica aziendale

L'uso di Alias ovvero di indicatori alfanumerici per identificare il soggetto chiamante negli SMS/MMS impiegati per servizi di messaggistica aziendale consente di trasmettere in sostituzione del numero telefonico del mittente un identificatore alfanumerico, senza che questa opportunità possa costituire un obbligo per le aziende o i fornitori di tali servizi.

 

Gli Alias sono indicatori alfanumerici che possono essere utilizzati negli SMS/MMS per servizi di messaggistica aziendale per identificare il soggetto chiamante in sostituzione del numero telefonico.

La delibera n. 42/13/CIR disciplina l'uso sperimentale degli Alias nei servizi di messaggistica aziendale (comunicazioni di tipo SMS/MMS e trasmissione dati dirette, in modalità singola o massiva, verso utenti finali da parte di Aziende o Enti) al fine di valutarne le possibili problematiche, gli impatti nel mercato, i benefici per le imprese ed i consumatori e di definire regole idonee a garantire la concorrenza e la tutela dell'utenza.

Nello specifico, l'articolo 3, comma 1, della delibera n. 42/13/CIR come modificata dalle delibere n. 50/14/CIR, 131/14/CIR, 166/15/CIR, 18/17/CIR e, da ultimo, dalla delibera n. 61/18/CIR stabilisce che, in deroga alle disposizioni di cui all'art. 6 (Identificazione della linea chiamante) dell'allegato A alla delibera n. 8/15/CIR, fino al 30 giugno 2019 è consentito l'utilizzo di Alias nelle comunicazioni di messaggistica aziendale come identificativo del chiamante (CLI).

In base alla delibera n. 42/13/CIR, l'AGCOM gestisce la banca dati contenente le informazioni relative agli Alias dati in uso all'utenza aziendale.

I fornitori di messaggistica aziendale registrano nella predetta banca dati le informazioni sui propri clienti (enti, aziende) che utilizzano Alias connettendosi al seguente indirizzo Internet https://alias.agcom.it

Gli operatori mobili partecipanti alla sperimentazione possono prendere visione dei dati registrati interrogando, per singolo Alias, la banca dati di cui sopra, al fine di poter rispondere ad eventuali richieste di informazioni della loro clientela (che ha ricevuto SMS con Alias e desidera avere informazioni riguardo il mittente) tramite i propri customer care o nell'ambito di attività di vigilanza degli organismi preposti.

I soggetti che sono tenuti a registrarsi al sistema Alias sono i soggetti che intendono offrire:

- servizi di messaggistica aziendale (originano gli SMS con Alias);

- servizi di comunicazione elettronica cosiddetti all'accesso (ovvero fornitori di servizi mobili che terminano gli SMS con Alias verso i propri clienti).

Per registrarsi al sistema Alias occorre che i soggetti di cui sopra siano in possesso di alcuni requisiti ossia essere soggetti autorizzati ai sensi dell'art. 25 del Codice delle comunicazioni elettroniche ed essere iscritti al ROC - Registro degli Operatori di Comunicazione.

Alla luce di alcune problematiche riscontrate in termini di sicurezza delle comunicazioni e tutela dei consumatori dell'ultimo periodo sperimentale, tenuto conto che il periodo di deroga di cui alla delibera n. 42/13/CIR, come modificato da successive delibere e in particolare dalla delibera n. 61/18/CIR, era terminato, nelle more dell'adozione di una nuova delibera l'Autorità aveva consentito in via cautelativa e in deroga alle norme del Piano di numerazione, dal 14 febbraio 2020, di continuare ad utilizzare gli Alias già registrati, mentre venivano sospese nuove registrazioni di Alias salvo specifiche eccezioni che vengono valutate caso per caso dagli Uffici dell'Autorità.

Con la delibera n. 306/20/CIR, concernente "Riavvio della sperimentazione del servizio di fornitura di messaggistica aziendale mediante alias negli SMS/MMS al fine dell'identificazione del mittente (CLI) in alternativa alla numerazione telefonica", l'Autorità proroga e riavvia la sperimentazione nelle more della definizione di un nuovo quadro regolamentare, attualmente in corso, e prevede  anche un rafforzamento dell'attività di vigilanza sul rispetto di quanto previsto dalla delibera n. 42/13/CIR, con particolare riferimento all'identificazione dei soggetti che chiedono l'attivazione del servizio e agli ALIAS all'interno di SMS che provengono dall'estero ed al rispetto dell'articolo 6 della predetta delibera. Viene, inoltre, richiesto, per le nuove registrazioni di ALIAS, l'inserimento del dato della PEC del soggetto richiedente.

Ulteriori informazioni di dettaglio per i fornitori di servizi di messaggistica aziendale che fanno uso di Alias sono contenute nell'area riservata.

Al fine di rivedere alcuni aspetti dell'impianto regolamentare sugli Alias, l'Autorità ha avviato un approfondimento tecnico con gli operatori propedeutico all'avvio, quanto prima, di una consultazione pubblica su uno schema di provvedimento di integrazione del PNN.

Ulteriori informazioni riguardo alle modalità di iscrizione al sistema Alias sono disponibili nella guida alla registrazione al sistema Alias disponibile al link https://alias.agcom.it/docs/guida_registrazione_alias.pdf.

 

Per registrarsi al sistema Alias occorre accedere alla pagina https://alias.agcom.it e al link "Non sono registrato".

Per ulteriori informazioni riguardo all'ottenimento dell'autorizzazione generale ci si può rivolgere al:

Ministero dello Sviluppo Economico

Direzione generale per i servizi di comunicazione elettronica, di radiodiffusione e postali

Divisione II - Comunicazioni elettroniche ad uso pubblico. Sicurezza delle reti e tutela delle comunicazioni

http://www.sviluppoeconomico.gov.it/index.php/it/component/organigram/?view=structure&id=528

Le informazioni riguardo al ROC sono disponibili ai seguenti link:

http://www.agcom.it/registro-degli-operatori-di-comunicazione

http://www.agcom.it/sistema-telematico-del-roc.

Indicatori alfanumerici per l'identificazione del soggetto chiamante negli SMS/MMS impiegati per servizi di messaggistica aziendale

L'uso di Alias ovvero di indicatori alfanumerici per identificare il soggetto chiamante negli SMS/MMS impiegati per servizi di messaggistica aziendale consente di trasmettere in sostituzione del numero telefonico del mittente un identificatore alfanumerico, senza che questa opportunità possa costituire un obbligo per le aziende o i fornitori di tali servizi.

 

Gli Alias sono indicatori alfanumerici che possono essere utilizzati negli SMS/MMS per servizi di messaggistica aziendale per identificare il soggetto chiamante in sostituzione del numero telefonico.

La delibera n. 42/13/CIR disciplina l'uso sperimentale degli Alias nei servizi di messaggistica aziendale (comunicazioni di tipo SMS/MMS e trasmissione dati dirette, in modalità singola o massiva, verso utenti finali da parte di Aziende o Enti) al fine di valutarne le possibili problematiche, gli impatti nel mercato, i benefici per le imprese ed i consumatori e di definire regole idonee a garantire la concorrenza e la tutela dell'utenza.

Nello specifico, l'articolo 3, comma 1, della delibera n. 42/13/CIR come modificata dalle delibere n. 50/14/CIR, 131/14/CIR, 166/15/CIR, 18/17/CIR e, da ultimo, dalla delibera n. 61/18/CIR stabilisce che, in deroga alle disposizioni di cui all'art. 6 (Identificazione della linea chiamante) dell'allegato A alla delibera n. 8/15/CIR, fino al 30 giugno 2019 è consentito l'utilizzo di Alias nelle comunicazioni di messaggistica aziendale come identificativo del chiamante (CLI).

In base alla delibera n. 42/13/CIR, l'AGCOM gestisce la banca dati contenente le informazioni relative agli Alias dati in uso all'utenza aziendale.

I fornitori di messaggistica aziendale registrano nella predetta banca dati le informazioni sui propri clienti (enti, aziende) che utilizzano Alias connettendosi al seguente indirizzo Internet https://alias.agcom.it

Gli operatori mobili partecipanti alla sperimentazione possono prendere visione dei dati registrati interrogando, per singolo Alias, la banca dati di cui sopra, al fine di poter rispondere ad eventuali richieste di informazioni della loro clientela (che ha ricevuto SMS con Alias e desidera avere informazioni riguardo il mittente) tramite i propri customer care o nell'ambito di attività di vigilanza degli organismi preposti.

I soggetti che sono tenuti a registrarsi al sistema Alias sono i soggetti che intendono offrire:

- servizi di messaggistica aziendale (originano gli SMS con Alias);

- servizi di comunicazione elettronica cosiddetti all'accesso (ovvero fornitori di servizi mobili che terminano gli SMS con Alias verso i propri clienti).

Per registrarsi al sistema Alias occorre che i soggetti di cui sopra siano in possesso di alcuni requisiti ossia essere soggetti autorizzati ai sensi dell'art. 25 del Codice delle comunicazioni elettroniche ed essere iscritti al ROC - Registro degli Operatori di Comunicazione.

Alla luce di alcune problematiche riscontrate in termini di sicurezza delle comunicazioni e tutela dei consumatori dell'ultimo periodo sperimentale, tenuto conto che il periodo di deroga di cui alla delibera n. 42/13/CIR, come modificato da successive delibere e in particolare dalla delibera n. 61/18/CIR, era terminato, nelle more dell'adozione di una nuova delibera l'Autorità aveva consentito in via cautelativa e in deroga alle norme del Piano di numerazione, dal 14 febbraio 2020, di continuare ad utilizzare gli Alias già registrati, mentre venivano sospese nuove registrazioni di Alias salvo specifiche eccezioni che vengono valutate caso per caso dagli Uffici dell'Autorità.

Con la delibera n. 306/20/CIR, concernente "Riavvio della sperimentazione del servizio di fornitura di messaggistica aziendale mediante alias negli SMS/MMS al fine dell'identificazione del mittente (CLI) in alternativa alla numerazione telefonica", l'Autorità proroga e riavvia la sperimentazione nelle more della definizione di un nuovo quadro regolamentare, attualmente in corso, e prevede  anche un rafforzamento dell'attività di vigilanza sul rispetto di quanto previsto dalla delibera n. 42/13/CIR, con particolare riferimento all'identificazione dei soggetti che chiedono l'attivazione del servizio e agli ALIAS all'interno di SMS che provengono dall'estero ed al rispetto dell'articolo 6 della predetta delibera. Viene, inoltre, richiesto, per le nuove registrazioni di ALIAS, l'inserimento del dato della PEC del soggetto richiedente.

Ulteriori informazioni di dettaglio per i fornitori di servizi di messaggistica aziendale che fanno uso di Alias sono contenute nell'area riservata.

Al fine di rivedere alcuni aspetti dell'impianto regolamentare sugli Alias, l'Autorità ha avviato un approfondimento tecnico con gli operatori propedeutico all'avvio, quanto prima, di una consultazione pubblica su uno schema di provvedimento di integrazione del PNN.

Ulteriori informazioni riguardo alle modalità di iscrizione al sistema Alias sono disponibili nella guida alla registrazione al sistema Alias disponibile al link https://alias.agcom.it/docs/guida_registrazione_alias.pdf.

 

Per registrarsi al sistema Alias occorre accedere alla pagina https://alias.agcom.it e al link "Non sono registrato".

Per ulteriori informazioni riguardo all'ottenimento dell'autorizzazione generale ci si può rivolgere al:

Ministero dello Sviluppo Economico

Direzione generale per i servizi di comunicazione elettronica, di radiodiffusione e postali

Divisione II - Comunicazioni elettroniche ad uso pubblico. Sicurezza delle reti e tutela delle comunicazioni

http://www.sviluppoeconomico.gov.it/index.php/it/component/organigram/?view=structure&id=528

Le informazioni riguardo al ROC sono disponibili ai seguenti link:

http://www.agcom.it/registro-degli-operatori-di-comunicazione

http://www.agcom.it/sistema-telematico-del-roc.