Vai al contenuto

Misure di specifico interesse per gli utenti dei servizi postali

Il servizio postale è essenziale per assicurare al paese coesione sociale e territoriale ma la fornitura dello stesso deve essere rimodulata per la salvaguardia del preminente interesse della salute.

Sono varie le misure adottate dagli operatori postali per evitare che negli uffici o nei luoghi adibiti al pubblico ci sia un afflusso tale da favorire la diffusione del contagio, e per rispettare le distanze di sicurezza consigliate tra l'addetto e il destinatario nel servizio di consegna.

L'Autorità ha formulato, tra gli altri, i seguenti orientamenti di interesse specifico per gli utenti:

- nel contemperare l'obiettivo di garanzia della fornitura dei servizi con quello di protezione della salute, gli operatori adottano modalità operative, omogenee e, se possibile, condivise anche attraverso il ruolo di coordinamento degli uffici dell'Autorità;

- gli uffici dell'Autorità vigileranno sulle "nuove" modalità di svolgimento dei servizi e di organizzazione degli uffici o altre sedi aperte al pubblico, disposte dallo stesso operatore per affrontare la situazione di emergenza, sottoponendole eventualmente anche al confronto e consultazione con altri operatori nell'ambito del "Tavolo" di coordinamento;

- l'Autorità interverrà ove le modalità di svolgimento dei servizi e l'organizzazione degli uffici, o altre sedi aperte al pubblico, disposte dagli operatori postali non siano proporzionate e ragionevoli rispetto alla preminente finalità di tutela della salute, omogenee rispetto alle modalità seguite da altri operatori o non siano state portate a conoscenza degli utenti in modo chiaro, completo e tempestivo;

- l'Autorità valuterà se stabilire misure addizionali volte a garantire che l'informazione agli utenti sulla gestione ed organizzazione dei servizi postali siano tempestive, complete e chiare;

  • potranno, infine, essere fornite indicazioni volte a tutelare interessi fondamentali e ad evitare che possano crearsi in altri settori gravi e irrimediabili disfunzioni, potenzialmente in grado di aggravare la situazione emergenziale nel suo complesso, in conformità a quanto stabilito dalle Autorità di Governo ed in stretto coordinamento con tutte le Istituzioni competenti.

Di particolare rilevanza sono le misure adottate da Poste Italiane per regolare l'ingresso nei propri uffici, in particolare nei giorni previsti per il pagamento delle pensioni. 

Al riguardo si invita l'utenza a consultare la pagina del sito di Poste Italiane dedicata al piano per l'erogazione delle pensioni.

Di seguito sono riportati i link delle pagine dedicate da Poste Italiane e dai principali operatori postali all'illustrazione delle modalità di erogazione dei servizi postali.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il servizio postale è essenziale per assicurare al paese coesione sociale e territoriale ma la fornitura dello stesso deve essere rimodulata per la salvaguardia del preminente interesse della salute.

Sono varie le misure adottate dagli operatori postali per evitare che negli uffici o nei luoghi adibiti al pubblico ci sia un afflusso tale da favorire la diffusione del contagio, e per rispettare le distanze di sicurezza consigliate tra l'addetto e il destinatario nel servizio di consegna.

L'Autorità ha formulato, tra gli altri, i seguenti orientamenti di interesse specifico per gli utenti:

- nel contemperare l'obiettivo di garanzia della fornitura dei servizi con quello di protezione della salute, gli operatori adottano modalità operative, omogenee e, se possibile, condivise anche attraverso il ruolo di coordinamento degli uffici dell'Autorità;

- gli uffici dell'Autorità vigileranno sulle "nuove" modalità di svolgimento dei servizi e di organizzazione degli uffici o altre sedi aperte al pubblico, disposte dallo stesso operatore per affrontare la situazione di emergenza, sottoponendole eventualmente anche al confronto e consultazione con altri operatori nell'ambito del "Tavolo" di coordinamento;

- l'Autorità interverrà ove le modalità di svolgimento dei servizi e l'organizzazione degli uffici, o altre sedi aperte al pubblico, disposte dagli operatori postali non siano proporzionate e ragionevoli rispetto alla preminente finalità di tutela della salute, omogenee rispetto alle modalità seguite da altri operatori o non siano state portate a conoscenza degli utenti in modo chiaro, completo e tempestivo;

- l'Autorità valuterà se stabilire misure addizionali volte a garantire che l'informazione agli utenti sulla gestione ed organizzazione dei servizi postali siano tempestive, complete e chiare;

  • potranno, infine, essere fornite indicazioni volte a tutelare interessi fondamentali e ad evitare che possano crearsi in altri settori gravi e irrimediabili disfunzioni, potenzialmente in grado di aggravare la situazione emergenziale nel suo complesso, in conformità a quanto stabilito dalle Autorità di Governo ed in stretto coordinamento con tutte le Istituzioni competenti.

Di particolare rilevanza sono le misure adottate da Poste Italiane per regolare l'ingresso nei propri uffici, in particolare nei giorni previsti per il pagamento delle pensioni. 

Al riguardo si invita l'utenza a consultare la pagina del sito di Poste Italiane dedicata al piano per l'erogazione delle pensioni.

Di seguito sono riportati i link delle pagine dedicate da Poste Italiane e dai principali operatori postali all'illustrazione delle modalità di erogazione dei servizi postali.