Vai al contenuto

ricerca avanzata

Guardia di Finanza

 

Nucleo Speciale Radiodiffusione Editoria

Il Nucleo Speciale per la Radiodiffusione e l'Editoria è stato istituito con Decreto Ministeriale 5 maggio 1999, emanato in aderenza a quanto previsto dalla legge n. 249 del 1997.
La suddetta legge prevede che l'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, quale organo con funzioni di regolamentazione e vigilanza nei settori delle telecomunicazioni, dell'audiovisivo e dell'editoria, possa avvalersi - tra gli altri - della Guardia di Finanza.
Per regolare i rapporti tra l'Autorità di Garanzia e la Guardia di Finanza, in data 15 luglio 2002 è stato sottoscritto il "Protocollo d'Intesa" che definisce le materie di collaborazione ed assegna al Nucleo Speciale tale funzione in ambito nazionale.
Il Reparto, parallelamente alla suddetta missione, svolge autonoma attività di indagine, controllo e denuncia delle violazioni di settore.
La configurazione ordinativa del Reparto, posto alle dipendenze delle Unità Speciali, è la seguente:

 

Rapporti di collaborazione con l'AGCOM

Nell'ambito dell'attività di collaborazione, l'Autorità di Garanzia si avvale del Nucleo Speciale per l'esecuzione di controlli in materia di:

  • parità di accesso ai mezzi di informazione durante le campagne politiche e referendarie ed in periodo non elettorale e referendario;
  • destinazione della pubblicità di Amministrazioni ed Enti pubblici (art. 41 del D. Lgs. n. 177/2005);
  • tutela del diritto d'autore in ambito radiofonico e televisivo (legge n. 633/1941);
  • rispetto dei limiti di affollamento pubblicitario da parte delle emittenti radiotelevisive (artt. 37 e 38 del D. Lgs. n. 177/2005);
  • canone di concessione dovuto dalle imprese radiotelevisive (art. 27, commi 9 e 10, legge n. 488/1999);
  • contributo dovuto all'Autorità dagli operatori di settore (art. 1, commi 65 e 66, legge n. 266/2005);
  • tutela degli utenti nel settore delle comunicazioni elettroniche (servizi a sovrapprezzo, rispetto del piano di numerazione);
  • conformità alla normativa della programmazione diffusa dalle emittenti televisive (D. Lgs. n. 177/2005 – televendite, cartomanzia, lotto e giochi);
  • obblighi strumentali prescritti dall'art. 20, commi 4 e 5, della legge n. 223/1990 (registro programmi e tenuta registrazione trasmissioni);
  • posizioni di controllo e di collegamento tra imprese richiedenti i contributi per l'editoria (legge n. 250/1990).

 

Recapiti

Nucleo Speciale Radiodiffusione Editoria

Via Fortunato Depero, n. 76 - 00155 Roma
Tel. 06/96513752 - Fax 06/96513626

Nucleo Speciale Radiodiffusione Editoria – II Gruppo Napoli

Centro Direzionale, Isola B/5 - Torre Francesco – 80143 Napoli
Tel. 081/9702342 - Fax 081/9703415

mail: gdf@agcom.it
Posta elettronica certificata: RM0920001@pec.gdf.it

 

Nucleo Speciale Radiodiffusione Editoria

Il Nucleo Speciale per la Radiodiffusione e l'Editoria è stato istituito con Decreto Ministeriale 5 maggio 1999, emanato in aderenza a quanto previsto dalla legge n. 249 del 1997.
La suddetta legge prevede che l'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, quale organo con funzioni di regolamentazione e vigilanza nei settori delle telecomunicazioni, dell'audiovisivo e dell'editoria, possa avvalersi - tra gli altri - della Guardia di Finanza.
Per regolare i rapporti tra l'Autorità di Garanzia e la Guardia di Finanza, in data 15 luglio 2002 è stato sottoscritto il "Protocollo d'Intesa" che definisce le materie di collaborazione ed assegna al Nucleo Speciale tale funzione in ambito nazionale.
Il Reparto, parallelamente alla suddetta missione, svolge autonoma attività di indagine, controllo e denuncia delle violazioni di settore.
La configurazione ordinativa del Reparto, posto alle dipendenze delle Unità Speciali, è la seguente:

 

Rapporti di collaborazione con l'AGCOM

Nell'ambito dell'attività di collaborazione, l'Autorità di Garanzia si avvale del Nucleo Speciale per l'esecuzione di controlli in materia di:

  • parità di accesso ai mezzi di informazione durante le campagne politiche e referendarie ed in periodo non elettorale e referendario;
  • destinazione della pubblicità di Amministrazioni ed Enti pubblici (art. 41 del D. Lgs. n. 177/2005);
  • tutela del diritto d'autore in ambito radiofonico e televisivo (legge n. 633/1941);
  • rispetto dei limiti di affollamento pubblicitario da parte delle emittenti radiotelevisive (artt. 37 e 38 del D. Lgs. n. 177/2005);
  • canone di concessione dovuto dalle imprese radiotelevisive (art. 27, commi 9 e 10, legge n. 488/1999);
  • contributo dovuto all'Autorità dagli operatori di settore (art. 1, commi 65 e 66, legge n. 266/2005);
  • tutela degli utenti nel settore delle comunicazioni elettroniche (servizi a sovrapprezzo, rispetto del piano di numerazione);
  • conformità alla normativa della programmazione diffusa dalle emittenti televisive (D. Lgs. n. 177/2005 – televendite, cartomanzia, lotto e giochi);
  • obblighi strumentali prescritti dall'art. 20, commi 4 e 5, della legge n. 223/1990 (registro programmi e tenuta registrazione trasmissioni);
  • posizioni di controllo e di collegamento tra imprese richiedenti i contributi per l'editoria (legge n. 250/1990).

 

Recapiti

Nucleo Speciale Radiodiffusione Editoria

Via Fortunato Depero, n. 76 - 00155 Roma
Tel. 06/96513752 - Fax 06/96513626

Nucleo Speciale Radiodiffusione Editoria – II Gruppo Napoli

Centro Direzionale, Isola B/5 - Torre Francesco – 80143 Napoli
Tel. 081/9702342 - Fax 081/9703415

mail: gdf@agcom.it
Posta elettronica certificata: RM0920001@pec.gdf.it