Vai al contenuto

ricerca avanzata

Controversie e sanzioni

Accanto agli interventi finalizzati a migliorare la tutela degli utenti nella fasi relative alla scelta del fornitore di servizi, alla conclusione del rapporto contrattuale e alla sua normale esecuzione, l'Autorità ha dettato una serie di regole per consentire agli utenti di dialogare in una situazione paritaria con l'operatore e far valere le proprie ragioni anche nelle ipotesi in cui il rapporto contrattuale entri in una fase di insoddisfazione e litigiosità tra le parti.

Tra queste rientrano le iniziative assunte dall'Autorità per regolare il contenzioso tra utenti e operatori e tutelare i consumatori e gli utenti mediante l'attività di vigilanza e sanzione.

  • Il Regolamento per la risoluzione delle controversie tra utenti e operatori, con l'introduzione del tentativo obbligatorio di conciliazione e la possibilità di adottare - per i casi più gravi - dei provvedimenti temporanei d'urgenza, è volto ad agevolare l'accesso alla giustizia da parte degli utenti e a consentire una risoluzione rapida e non eccessivamente onerosa delle controversie contrattuali.
  • Il Regolamento in materia di procedure sanzionatorie consente all'Autorità di svolgere, anche sulla base delle denunce trasmesse dagli utenti, attività di controllo e vigilanza sulle condotte degli operatori, potendo chiedere la cessazione di comportamenti lesivi degli interessi degli utenti e irrogare, in caso di accertate violazioni delle norme di settore a tutela dei consumatori e degli utenti, sanzioni pecuniarie nei confronti degli operatori responsabili.

Accanto agli interventi finalizzati a migliorare la tutela degli utenti nella fasi relative alla scelta del fornitore di servizi, alla conclusione del rapporto contrattuale e alla sua normale esecuzione, l'Autorità ha dettato una serie di regole per consentire agli utenti di dialogare in una situazione paritaria con l'operatore e far valere le proprie ragioni anche nelle ipotesi in cui il rapporto contrattuale entri in una fase di insoddisfazione e litigiosità tra le parti.

Tra queste rientrano le iniziative assunte dall'Autorità per regolare il contenzioso tra utenti e operatori e tutelare i consumatori e gli utenti mediante l'attività di vigilanza e sanzione.

  • Il Regolamento per la risoluzione delle controversie tra utenti e operatori, con l'introduzione del tentativo obbligatorio di conciliazione e la possibilità di adottare - per i casi più gravi - dei provvedimenti temporanei d'urgenza, è volto ad agevolare l'accesso alla giustizia da parte degli utenti e a consentire una risoluzione rapida e non eccessivamente onerosa delle controversie contrattuali.
  • Il Regolamento in materia di procedure sanzionatorie consente all'Autorità di svolgere, anche sulla base delle denunce trasmesse dagli utenti, attività di controllo e vigilanza sulle condotte degli operatori, potendo chiedere la cessazione di comportamenti lesivi degli interessi degli utenti e irrogare, in caso di accertate violazioni delle norme di settore a tutela dei consumatori e degli utenti, sanzioni pecuniarie nei confronti degli operatori responsabili.